Toh, non esiste nemmeno la fonte oltre che l’intercettazione

A proposito dell’intercettazione di Crocetta che non esiste (mentre tutti hanno pontificato) c’è una frase di Lo Voi, Procuratore di Palermo: «Non si parli di fonte, perché l’intercettazione non esiste». e poi «Quando depositeremo le carte, e conto che avverrà presto, si capiranno un sacco di cose. Ora c’è il periodo feriale, ma a settembre…» […]

Toh, guarda, a proposito di scoop antimafia

Indagati i “giornalisti” de L’Espresso. Tra l’altro anche la presunta fonte ha negato. Un teatrino. Chissà se qualche sacerdote dell’antimafia questa volta ci farà un video in cui chiede le dimissioni al suo direttore.

Non ci sta facendo una bella figura nessuno

Tra i commenti che vanno letti segnalo questo post di Luca Sofri: Le possibilità sono due, direi. Una è che la registrazione che i giornalisti dell’Espresso hanno ascoltato sia una patacca: che non c’entri con nessuna inchiesta e nessuna autorità pubblica e sia stata artefatta da qualcuno per qualche ragione. Forse anche qualcuno vicino agli ambienti […]

Confondere “legale” con “etico”

Un’assoluzione qui da noi fa primavera. Confondiamo i reati con i vizi e consideriamo la fedina penale il certificato di virtù. Ne ho scritto per L’Espresso qui.

Nel tempo del Presuntuoso, innamorarsi dei secondi

E’ uscito per L’Espresso il mio ebook (con radiodramma) su Dorando Pietri. Innamorarsi dei secondi, di questi tempi, ci farebbe un gran bene. Trovate tutto qui.

La dura vita del titolista