A proposito di Minniti “ministro della verità”

Che il dibattito sulle fake news avesse trovato un terribile approdo era nell’aria. E oggi Minniti ha dato il peggio di sé. Vale la pena leggersi Giampaolo Coriani che da uomo di legge entra bene nel dettaglio sui quaderni di Possibile: Il riferimento a Orwell e al suo capolavoro 1984 può sembrare scontato e banale […]

Minniti premia i protagonisti della “macelleria messicana” e riapre la ferita del G8 di Genova


Le nomine dei protagonisti (peggiori) del G8 di Genova ai vertici (uno della DIA e l’altro della Questura di Pesaro) sono uno schiaffo alla verità raccontata dalle sentenze. O forse anche peggio.
Continua a leggere

Lo chiamano “blocco dell’immigrazione” ma in italiano sarebbe “favoreggiamento”

Si chiama Ahmad Dabbashi ma è meglio conosciuto come “Al Ammu”, che in arabo vuol dire “zio”. Guida la brigata libica “Anis Dabbashi” ed è diventato uno degli uomini più potenti – e temuti – della Tripolitania occidentale. Questo perché ha saputo riconvertire il suo ruolo di “principe degli scafisti” in “collaboratore di primo piano” […]

Ma l’Italia ha fatto un accordo con i trafficanti di migranti?

Ne scrive Il Post: Un’inchiesta pubblicata ieri da Associated Press ipotizza che per fermare il flusso di migranti dal Nord Africa il governo italiano abbia stretto degli accordi con due potenti milizie libiche che solo qualche tempo fa erano direttamente coinvolte nello stesso traffico. Il governo italiano ha smentito di avere un accordo di questo tipo […]

Di questa estate resterà l’inversione morale

Ezio Mauro da leggere, oggi. CHE cosa resterà dell’estate italiana che stiamo vivendo, e che ha trasformato la crisi dei migranti nel suo problema principale, ben prima del lavoro che non c’è, della crescita che arranca, del precariato permanente di un’intera generazione? Non certo un cambiamento nel flusso di disperazione che porta i senza terra […]

In Italia non si può criticare il decreto Minniti – Orlando: siamo a un passo dal reato di opinione


Mette i brividi la scena del poliziotto che a Roma, durante la manifestazione per la Giornata Mondiale del rifugiato, chiede al portavoce di Amnesty Riccardo Noury di dissociarsi dalle parole pronunciate da un manifestante contro il decreto Orlando-Minniti. Ma è anche una scena utile per tutti quelli che credono che uno Stato di Polizia possa essere una soluzione.
Continua a leggere

La prossima marcia dell’accoglienza va organizzata in Africa: anche l’Italia costruisce muri. Ma sottovoce.

Un post (terrificante) di Stefano Catone, che per Possibile da tempo studia i numeri piuttosto che rilanciare sensazioni: Manderemo dei soldati in Africa con lo scopo di rafforzare il confine sud della Libia. Lo aveva anticipato Repubblica alcuni giorni fa, lo aveva smentito il ministero della Difesa (con una smentita che non smentisce, dato che […]

Cosa non torna nel piano sull’immigrazione dello sceriffo Minniti

(Lo scrive con un’invidiabile chiarezza Filippo Miraglia, vice presidente Arci, che merita di essere letto con attenzione) Il Ministro Minniti ha finalmente presentato in Parlamento il suo piano sull’immigrazione. Un piano che non si occupa delle questioni critiche che riguardano la presenza in Italia, a vario titolo e per ragioni diverse, di persone di origine straniera. […]