Scrivere è reato

Sulla indicibile condanna a Carlo Ruta.  Dal sito Fustigat ridendo mores. Er giudice gl’ha detto: “Che te credi che ner blogghe puoi scrive’ ciò che vuoi? Tu m’attacchi le banche e pesti i piedi puro a la mafia e a li mortacci tuoi! Che dichi? Che er tuo blogghe è libbertà? Ma quale libbertà  famme […]