Dello stesso colore: disperazione

C’è questo hotel proprio nel centro di Cosenza in cui una cinquantina di persone hanno deciso di insediarsi per non morire di gelo all’addiaccio. Mica migranti, italiani, extracomunitari, rifugiati o “nostri anziani”: cinquanta persone in cui c’è dentro tutto. Ci sono dentro tutti. Ci sono nigeriani, marocchini, cosentini ma anche immigrati italiani dalla provincia. Quest’anno…Continua la lettura di Dello stesso colore: disperazione

«Dobbiamo credere nell’utopia dell’uguaglianza», parola di Luciano Canfora

(una gran bella intervista da Micromega) «Come osservò Tocqueville la libertà è un ideale intermittente, l’uguaglianza invece è una necessità che si ripresenta continuamente, come la fame». Luciano Canfora, classe ’42, è professore emerito dell’Università di Bari, storico, filologo classico e saggista. Per ultimo, ha scritto per Il Mulino “La schiavitù del Capitale” (112 pp., 12…Continua la lettura di «Dobbiamo credere nell’utopia dell’uguaglianza», parola di Luciano Canfora

È lo svantaggio sociale la malattia di questa epoca (lo dicono i medici)

A togliere preziosi anni di vita e salute non sono solo i noti fattori di rischio e comportamenti scorretti contro cui spesso si scagliano istituzioni e sistemi sanitari (il fumo, associato a una perdita media di 4,8 anni a persona, il diabete a 3,9 e la sedentarietà a 2,4 anni); infatti, ci sono anche 2,1…Continua la lettura di È lo svantaggio sociale la malattia di questa epoca (lo dicono i medici)

25 aprile, non si è liberi finché non si è uguali

Il mio pensiero per Fanpage è qui.  

I vostri capi hanno già guadagnato il vostro stipendio di tutto il resto dell’anno

A proposito di uguaglianza. In pratica gli amministratori delegati di molte aziende hanno già guadagnato più di quanto guadagneranno i loro dipendenti (facendo una media) in tutti i prossimi mesi dell’anno. Ne scrive il Washington Post in questo pezzo allegando una tabella semplice semplice: Azienda CEO stipendio rispetto al salario medio Quando il CEO ha guadagnato…Continua la lettura di I vostri capi hanno già guadagnato il vostro stipendio di tutto il resto dell’anno

Tutti uguali proprio per niente. Oppure tutti.

Non esistono i profughi, non esistono i siriani, non esistono i rifugiati e non esistono i medici o gli avvocati o i musicisti o gli scrittori così come non esistono gli italiani. Meglio: esiste una formula matematica che disegna un italiano medio per reddito, preferenze, consumi, abitudini ma davvero, in carne e ossa, quell’italiano lì,…Continua la lettura di Tutti uguali proprio per niente. Oppure tutti.

L’uguaglianza secondo Obama

Tanto per notare le differenze: Obama va alla guerra delle tasse: imposte più alte sui ricchi (colpiti i «capital gain», non i redditi da lavoro) da redistribuire al ceto medio in difficoltà sotto forma di sgravi fiscali per le famiglie con figli e misure di sostegno sociale: soprattutto il college gratis per quasi tutti gli…Continua la lettura di L’uguaglianza secondo Obama

Il Maxi-emendamento del Governo tra incostituzionalità e diseguaglianza sociale

L’amico Antonio Cancilla scrive due o tre riflessioni sul maxi-emendamento del Governo: Il Senato ha approvato la fiducia al Governo in merito al Maxi-emendamento proposto per la Legge di Stabilità 2014, non curandosi dei profili di incostituzionalità: Fondo di povertà con prelievo pensioni d’oro Il testo propone in via sperimentale il reddito d’inserimento nelle grandi…Continua la lettura di Il Maxi-emendamento del Governo tra incostituzionalità e diseguaglianza sociale

Ci danno dei perduti perché sono dei perdenti

Marina la chiama lotta per la restanza e rende benissimo l’idea: L’informazione: “Siete la generazione perduta” è definitivamente introiettata. Una delle più sporche e riuscite operazioni di propaganda di questo secolo. Come dire: siete degli zombie, siete già mezzi morti, siete dei cagnetti randagi, accontentatevi delle ossa che vi lanciamo. Non è vero niente. Resistete soprattutto a…Continua la lettura di Ci danno dei perduti perché sono dei perdenti

In un mondo in cui ognuno si aggiusta così

Tommaso Conti, sindaco di Cori, sulla politica al di là di Marina Berlusconi, larghe intese e regole congressuali: