Di Maio, abbia il coraggio: rompa con Salvini e faccia cadere il governo

Il mio commento per TPI.it

Il coraggio di essere felice

Sono questi, davvero, i nuovi resistenti. Quelli che prendono decisioni liberandosi dal senso comune, andando controcorrente, e non si sentono salmoni ma semplicemente in pace con se stessi, anche sassi, se servisse. Mi sto innamorando di chi ha il coraggio di essere felice e di dirlo agli altri, senza remore, non tanto accontentandosi come vorrebbero…Continua la lettura di Il coraggio di essere felice

Il coraggio di chiamarsi perdenti

Ci pensavo oggi, un pensiero così, uno di quelli che ti vengono quando ti è scivolata di mano una grossa opportunità e tu non ci puoi fare niente, solo accettare il verdetto. Ti verrebbe voglia di scatenare l’inferno, di gridare al complotto o di uncinettare qualche magnifica storia per dipingere un sabotaggio. E invece no.…Continua la lettura di Il coraggio di chiamarsi perdenti

Il coraggio di chiamarsi perdenti

E qualcuno che dice “ho perso” si merita un abbraccio più forte, perfino un abbraccio di consolazione. Senza classifiche, punti. Restando umani, davvero. https://media.blubrry.com/giuliocavalli/p/www.giuliocavalli.net/wp-content/uploads/2019/03/buongiorno-10.mp3Podcast: Esegui in una Nuova Finestra | Scarica | IncorporaRegistrati: Apple Podcasts | Android | Email | Google Podcasts | RSS | More

Il coraggio di avere paura delle nostre periferie

Non abbiamo paura degli altri, non solo, quella è l’apparenza, quello che ci viene più facile, soprattutto di questi tempi in cui ci viene continuamente suggerito: abbiamo paura di noi, delle nostre solitudini e di prenderci la briga di andare a visitare le nostre periferie. Le nostre periferie non sono le zone meno centrali dei…Continua la lettura di Il coraggio di avere paura delle nostre periferie

Il coraggio di Phil, il ricercatore che registra tutto e fa crollare il sistema dei baroni


Philip Laroma Jezzi è l’uomo che, grazie alla sua denuncia, ha scoperchiato lo scandalo dei concorsi truccati nelle università italiane. E il suo gesto è la testimonianza di cui questo Paese ha bisogno.
Continua a leggere

Ridefinire il coraggio

Forse bisognerebbe provare a ripartire da Mark Twain, lo scrittore statunitense dei primi del ‘900, e la sua definizione: “Il coraggio è la capacità di resistere alla paura, di dominare la paura: non è l’assenza di paura.” In tempi in cui il terrore si è fatto “sistema” conviene spendere qualche pensiero sulla ridefinizione del “coraggio”…Continua la lettura di Ridefinire il coraggio

Feticisti del coraggio

Avevo questa cosa nella penna da un po’ e ora ho trovato il tempo di scriverla: sul feticcio del coraggio ne ho scritto qui sul mio piccolo spazio per il sito de L’Espresso.

Caro collega, non ti chiedo l’eroismo, ma solo un po’ più di coraggio e di passione. (di A. Zanotelli)

Qualsiasi dominio dipende dai dominati. Anche quello dei media: lettori e giornalisti possono ogni giorno scegliere, possono ribellarsi.  Un appello di Alex Zanotelli ai giornalisti: “Mettete qualche ‘sassolino’ nell’ingranaggio dell’informazione, facendo passare qualche notizia in più sui drammi dei più poveri, soprattutto del sud del mondo”.   Caro/a giornalista, pace e bene! So quanto sia…Continua la lettura di Caro collega, non ti chiedo l’eroismo, ma solo un po’ più di coraggio e di passione. (di A. Zanotelli)

Il coraggio di essere vulnerabili

Non bisogna sempre cercare di non far succedere le cose. A volte occorre sentirsi a disagio. A volte occorre essere vulnerabili di fronte agli altri. A volte è necessario, perché serve per compiere un altro passo verso se stessi, verso il domani.  (Cecelia Ahern)