Crisi di governo, Matteo Salvini è uscito dalla sua bolla: e qui fuori vale poco


Un discorso sconclusionato e inconcludente quello di Salvini oggi in Senato: ha dimostrato che fuori dal suo tifo dei suoi social il ministro dell’interno deve fare i conti con la realtà. E la realtà è molto diversa da una foto con un panino o qualche slogan buttato a casaccio. In Parlamento no, non funziona.
Continua a leggere

Con la crisi di governo Salvini ci distrae dalle nuove importanti rivelazioni sui soldi russi alla Lega

Il mio editoriale per TPI.it

Di Maio, abbia il coraggio: rompa con Salvini e faccia cadere il governo

Il mio commento per TPI.it

Governo: No al bonus asili e baby sitter, sì al bonus matrimonio (ma solo in Chiesa)

Il mio commento per TPI

Ieri le auto blu erano il male, oggi i Cinque Stelle ne acquistano 8.200: signori, ecco il populismo al governo

Il mio commento per TPI.it

Un governo con la clausola di dissolvenza

Siamo sulla strada giusta. Resistere. https://media.blubrry.com/giuliocavalli/p/www.giuliocavalli.net/wp-content/uploads/2019/03/buongiorno-5.mp3Podcast: Esegui in una Nuova Finestra | Scarica | IncorporaRegistrati: Apple Podcasts | Android | Email | Google Podcasts | RSS | More

Parla finalmente la coscienza di Tria. E crollano le balle del Governo

Il ministro ha deciso che non rimarrà zitto a guardare e non si farà abbindolare dall’accondiscendenza del premier Conte: vuole giocare la partita e se la vuole giocare fino in fondo infischiandosene di piacere ai due vice Salvini e Di Maio. Il mio commento per TPI.it:

Ma in mezzo a tutta questa propaganda, il governo si ricorda di Silvia Romano?


Dalle parti della Farnesina il silenzio lo chiamano “riserbo”. Anzi, ci dicono che è il “riserbo” che serve per portare avanti le trattative. Ma non si sa di nessuna trattativa. E nel Paese in cui si chiedeva “riserbo” per Giulio Regeni (a proposito, un abbraccio ai genitori di Giulio) una domanda viene spontanea, dritta dal cuore: ma in mezzo a tutta questa propaganda, Silvia Romano?
Continua a leggere

Un governo in ostaggio.

Nelle mani del Capitano: i CInque Stelle sono arrivati a tradire loro stessi e ad assumersi responsabilità non loro pur di salvare Salvini. Ora avete capito chi è il sovrano assoluto dei gialloverdi, vero? Continua qui https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/31/un-governo-in-ostaggio-ormai-conte-di-maio-e-di-battista-prendono-ordi/40935/

La forza di Salvini è nella pavidità dei suoi compagni di governo


Dov’è questa improvvisa credibilità guadagnata da Salvini nel giro di qualche mese dopo essere stato a lungo ai margini del berlusconismo come cameriere che guardava a destra? Sta tutto nella mollezza di compagni di governo che ogni giorno, tutti i giorni, gli permettono di alimentare l’epica di un personaggio che in tutto il mondo viene visto come tronfio provocatore degli istinti bassi e goffa fotocopia di un Trump rivisto in salsa padana.
Continua a leggere