L’idiozia di temere il dibattito

«Si sottovaluta la necessità di avere nel Paese un dibattito con posizioni diverse, autentiche, anche dure. Che aiutano tutti, soprattutto chi governa. Discutere con sincerità dei problemi rende l’opinione pubblica – il vero architrave di un sistema democratico – più avvertita, responsabile e libera. È un antidoto naturale al populismo: la gente è indotta ad…Continua la lettura di L’idiozia di temere il dibattito

Il libro bianco per l’open data

L’Italia ha un grande bisogno di attivare fattori di crescita economica e sociale. La definizione di una solida e coraggiosa politica sulle informazioni del settore pubblico è forse, tra tutte, l’azione di governo in assoluto con il miglior rapporto costi-benefici, nonché quella che, tra tutte, dovrebbe registrare la più ampia convergenza tra tutte le parti…Continua la lettura di Il libro bianco per l’open data

Arrivare a chi la pensa diversamente

Non riusciamo a far sì che il nostro discorso arrivi a chi la pensa diversamente, a suscitare dei dubbi, a far cambiare opinioni, e quindi comportamenti. Ed è anche chiaro che molti non ci provano nemmeno, soprattutto nella politica e nei media. La demagogia del 2000 prevede che si lisci il pelo al proprio pubblico,…Continua la lettura di Arrivare a chi la pensa diversamente

L’estate dei prezzolati

L’ILVA pagava per pubblicare notizie rassicuranti. In Emilia Romagna si paga per andare ospite delle televisioni locali (e scrive bene Giovanna Cosenza: così fan tutti. E nel frattempo aumenta la sfiducia dei cittadini nei confronti dei partiti. Ma anche dei media, naturalmente. Pure quelli sotto casa.) Ma perché non fa notizia questa calda estate della stampa prezzolata?…Continua la lettura di L’estate dei prezzolati

Il caso Fiat visto dal genio di Fo

A volte leggi alcuni suoi lampi e credi proprio che non ci sia altro da aggiungere. LA FABBRICA DELLE SCIMMIE di Dario Fo, il Fatto Quotidiano, 31 dicembre 2010 Questo tragico e grottesco accordo di Mirafiori e Pomigliano ci riporta subito al film “Tempi Moderni” di Charlie Chaplin, dove si vive per la prima volta nella…Continua la lettura di Il caso Fiat visto dal genio di Fo

Da REPUBBLICA: L’Expo 2015 resta senza terreni le trattative su un binario morto

L’ultimo allarme è stato lanciato dal consiglio di amministrazione della società di gestione. È lì, sul tavolo del board del 2015, che è arrivata la preoccupazione per una vicenda, quella dei terreni di RhoPero, ancora senza una soluzione. Dopo 909 giorni dalla vittoria di Parigi. Tanto che, adesso, i consiglieri di Expo 2015 spa hanno…Continua la lettura di Da REPUBBLICA: L’Expo 2015 resta senza terreni le trattative su un binario morto

Faida? No, è guerra di conquista. E arriva fino a Milano

L`hanno chiamata “faida dei boschi” ma è la guerra di conquista di un`area di riciclaggio su cui imporre una nuova signoria territoriale. Una guerra feroce, con omicidi in pieno giorno e tra la folla, in spiaggia e alla processione. La popolazione è terrorizzata, i tre feriti estranei allo scontro dimostrano che tutti possono essere coinvolti.…Continua la lettura di Faida? No, è guerra di conquista. E arriva fino a Milano

Primarie a Milano. Vietato Onida? (di Nando Dalla Chiesa)

Ma chi può intimare a Valerio Onida di non partecipare alle primarie per candidarsi a sindaco diMilano? Sta succedendo qualcosa di incredibile sotto i cieli della politica milanese. Su ‘Affari Italiani’, quotidiano telematico organico al Pd, è comparso un editoriale che recita così: “E ora, in ricordo di Sarfatti, Onida si ritiri”. Ricostruiamo. Prima dell’estate si candida apertamente a…Continua la lettura di Primarie a Milano. Vietato Onida? (di Nando Dalla Chiesa)

Il mondo che vogliamo: la ficcante semplicità di Gino Strada

Uno ce la mette tutta per costruire. Cambiare il mondo, mettere insieme quattro pezzi di uguaglianza ed equità. Poi arriva Gino Strada e te lo racconta in poche righe. Senza una congiunzione di troppo e con quella sua postura ostinata ma rispettosa. Forte ma sottovoce. Con parole che sono scolpite nella semplicità, che sono così…Continua la lettura di Il mondo che vogliamo: la ficcante semplicità di Gino Strada

Dietro le bombe della ‘ndrangheta il timore delle inchieste milanesi

Dai bunker ai salotti: Reggio aspetta lo tsunami I boss, le talpe e le prossime elezioni. Potere in attesa di giudizio A Reggio Calabria può succedere di tutto. Un botto ancora più grosso di quello che nella notte tra mercoledì e giovedì ha devastato la casa del procuratore generale Salvatore Di Landro. Qualcosa che farà…Continua la lettura di Dietro le bombe della ‘ndrangheta il timore delle inchieste milanesi