Avezzano, il terremoto dimenticato che fece oltre 30 mila morti


104 anni fa morirono 30519 persone nel terremoto della Marsica. Uno dei più disastrosi eventi della storia d’Italia oggi ritorna di attualità per la forza con cui i sopravvissuti ricostruirono le proprie vite e per la solidarietà e la coesione sociale che unì un’intera nazione. Il bisogno da sempre apre gli occhi sui bisognosi. Per questo dopo 104 anni quella lezione rimane ancora preziosa.
Continua a leggere

I fake bot che esultano per le casette (finte) avute (per finta) dopo il terremoto (vero)

Io non so esattamente secondo quale principio o quale scala dei valori decidiamo che una fake news sia orripilante e meriti di urlare tutto l’orrore del mondo rispetto ad altre che invece scivolano via come lemonsoda sulla tovaglia cerata. Personalmente trovo comunque che questi account (finti) che esultano per le casette (finte) avute (per finta) dopo…Continua la lettura di I fake bot che esultano per le casette (finte) avute (per finta) dopo il terremoto (vero)

Buon Natale, dalle casette al gelo dei terremotati

Un reportage da leggere di Gabriella Cerami per HP: C’è la neve sui tetti e c’è il ghiaccio lungo le strade. Nelle zone terremotate è arrivato il secondo Natale dal sisma e tuttavia gli abitanti si sentono come precipitati in un villaggio estivo. Di quelli con casette leggere. Qui invece siamo a meno 8 gradi…Continua la lettura di Buon Natale, dalle casette al gelo dei terremotati

Peppina avrebbe dovuto costruire un parcheggio pubblico

Sempre su nonna Peppina (ne ho scritto qui) vale la pena leggere l’aggiornamento di Loredana Lipperini:   Così, se non lo sapete già, Peppina è andata via. Non molto lontano dalla casetta che ha dovuto abbandonare dopo che il suo ricorso è stato respinto: nel famoso container di 15 metri quadri, che si suppone non…Continua la lettura di Peppina avrebbe dovuto costruire un parcheggio pubblico

Sms solidali? Ad Amatrice mai arrivati, nemmeno un euro.

Sisma, la denuncia di Pirozzi: “Mai visto un euro dei soldi raccolti con gli sms solidali” Nemmeno un euro dei 33 milioni che erano stati raccolti con gli sms solidali all’indomani del terremoto che il 24 agosto 2016, sono finiti nelle casse dei comuni colpiti dal sisma. E’ quanto ha denunicato il sindaco di Amatrice…Continua la lettura di Sms solidali? Ad Amatrice mai arrivati, nemmeno un euro.

Ecco perché con l’abusivismo non si scherza

“Con l’abusivismo non si scherza, altrimenti queste sono le conseguenze”. Al Corriere della Sera il magistrato Aldo De Chiara, da poco in pensione e che è stato procuratore aggiunto di Napoli fra il 2007 e il 2012 non le manda a dire su quanto successo a Ischia a causa del terremoto. Lui che si occupò…Continua la lettura di Ecco perché con l’abusivismo non si scherza

Un anno dopo

«Qui tutto è fermo, tutto bloccato, ancora inagibile: interi paesi sono inaccessibili agli abitanti, molte strade restano chiuse, le stalle sono per la maggior parte inutilizzabili, gli sfollati sono ancora sfollati e sparpagliati tra campeggi sulla costa, alberghi, agriturismi o appoggi da parenti. Le famiglie non sanno ancora in quale scuola iscrivere i propri figli…Continua la lettura di Un anno dopo

La Ciurma, quelli che gli aiuti ai terremotati li portano sul serio


Si chiamano “la ciurma di Certaldo” e organizzano spedizioni di bene: un gruppo di amici (ora più di 500) si occupa di portare nelle zone terremotate roulotte usate, generi alimentari, coperte, lavatrici, forni fino alle biciclette per i bambini. Nati per caso (e auto organizzati) sono una delle tante storie dell’Italia solidale.
Continua a leggere

La ricostruzione post terremoto? «Non esiste». Parola del commissario per il sisma, Vasco Errani (che poi media)

La ricostruzione non esiste. E’ questo in sintesi il pensiero del commissario per la ricostruzione, Vasco Errani. Commentando il drammatico stato della ricostruzione post terremoto davanti ai sindaci dei comuni colpiti dal sisma il 15 febbraio scorso ad Ancona, Errani avrebbe detto: “Non esiste il fatto che per cominciare a fare le casette, che non…Continua la lettura di La ricostruzione post terremoto? «Non esiste». Parola del commissario per il sisma, Vasco Errani (che poi media)

«Mi chiamo Giorgia, e sono viva»

(Giorgia, sopravvissuta all’Hotel Rigopiano, parla con Marco Imarisio (Corriere della Sera, qui) e vale la pena leggerla:) «Mi chiamo Giorgia, e sono viva». Alle undici di venerdì mattina la vita in scatola finisce con questa frase. «Ci chiedevano chi c’era. Cercavano di capire chi c’era sotto, e noi rispondevamo con i nostri nomi». Adesso la…Continua la lettura di «Mi chiamo Giorgia, e sono viva»