No al ritorno del nucleare


Il Governo ha deciso di tornare al nucleare.

Senza consultare i cittadini, calpestando i risultati di un referendum su questo tema.

Ai cittadini è negato addirittura il diritto di sapere. Il deficit d’informazione è impressionante. Non vogliono che si sappia che il nucleare potrebbe essere pericoloso per la salute, per l’ambiente, oltre ad essere antieconomico, per di più in regioni come la Lombardia, già autosufficienti dal punto di vista della produzione di energia. Non ci fanno sapere i siti ufficialmente scelti per le centrali, perché sono consapevoli che nessun elettore anche di centro destra, piacerebbe ritrovarsi una centrale nucleare sotto casa.

Gli attuali governanti concentrano il potere decisionale svilendo le autonomie degli enti locali e delle giunte regionali anche del loro stesso colore politico, che fanno finta di niente per non dover prendere una decisione magari impopolare.

Noi ci opporemo a qualsiasi ipotesi di ritorno al nucleare e chiediamo fin da ora in campagna elettorale che ci sia un’informazione corretta, trasparente, e un dibattito ampio in consiglio regionale per un tema così determinante nel futuro dei cittadini.

http://www.youtube.com/watch?v=LzL1InLmIyE

ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2010 IL 28 E 29 MARZO VOTA IDV
—————————-SCRIVI CAVALLI———————

Un commento

  1. Davide

    GRANDE GIULIO IL NUCLEARE E' OGGI UNO DEI PIU GROSSI ERRORI CHE PAGHEREMO IN FUTURO

    Apriamo gli occhi e sosteniamo e scriviamo Giulio Cavalli alle prossime regionali. Facciamo in modo dinon far vanificare l'occasione di avere gente per bene al consiglio regionale.

    Giulio la tua correttezza e le tue idee basate sulla risoluzione dei problemi tramite le associazioni e tramite chi è dentro i problemi sarà vincente !!

Rispondi