Giuliano a Milano

Di Giuliano Pisapia apprezzo l’eleganza. E ammetto di continuare a pensare che sia una virtù dei forti; mica di forti sugli altri quanto piuttosto dei forti per sé stessi. L’eleganza di sentirsi umilmente coerenti, senza vippismo, senza urli e senza l’appetenza degli interessati. Se fosse un partito sarei l’eleganza di Pisapia. Per questo a Milano porterebbe un buon vento.

Un commento

  1. Laura Lauria

    Avrei tante cose da dire ma + urgente è "non farti corrompere;" in un momento di difficoltà e ne avrai tante , rivolgiiti alla base; solo essa ti può consigliare; rivolgendoti alla base (sempre dimenticata), otterrai la gioia e la gratificazione dei Cittadini che ti hanno dato fiducia con il loro voto; metti al posto giusto persone sensibili, intelligenti e istruite.
    Lo sbaglio di questa brutta "Politica", di questi anni è pensare che chi porta + voti è il +meritevole, ti assicuro che non è così; i potatori di voti sono necessari ma, non è detto che tutti sono altamente qualificati per occupaare posti di prestiigio

Rispondi