Il silenzio su Clementina

Sono in tanti a chiedermelo. E non avere risposte mi imbarazza perché il silenzio è più dannoso di una spericolata (o non condivisibile) opinione. Il silenzio sul reintegro di Clementina Forleo è roba d’altri tempi. Di prima della prima Repubblica.

Un commento

  1. claudia spagnuolo

    I migliori in Italia vengono sempre puniti perche' creano problemi ai colpevoli.Quando ritorneremo ad essere un paese democratico che tenga conto del pensiero e della volonta' di noi cittadini ? Per me la Forleo non solo non sarebbe stata trasferita ma avrebbe dovuto essere aiutata nella sua indagine e ringraziata per il modo in cui la conduceva.Sallusti ha detto che siamo una monarchia ma ha dimenticato che noi abbiamo abolito la monarchia moltissimi anni fa e non siamo disposti a tornare indietro per nessuno e per niente.

Rispondi