Michele Serra voterebbe Vendola

Se ci fossero le primarie voterei Nichi Vendola. È quello che quando parla dice le cose che mi interessano di più. Quando incontro un bersaniano intelligente che dice che Pier Luigi Bersani è più pratico penso che abbia buone ragioni per dirlo. Ma mi sembra che nei periodi di confusione ci voglia almeno un quid di radicalità. Perché rimette ordine, aiuta a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato. Senza durezze ideologiche o fanatismo, ma sarebbe salutare. Vendola lo fa spesso. Per questo lo voterei. E ho visto da qualche sondaggio che buona parte del Pd lo voterebbe. Questo mi fa pensare che ci sia bisogno di alzare il livello. Con tutto il rispetto per la politica come arte di amministrare, serve qualcuno capace di alzare un po’ lo sguardo. Oppure, francamente, è meglio affidarsi a bravi geometri o ragionieri, onesti e per bene, che sappiano far quadrare i conti della collettività. L’intervista qui.

3 Commenti

  1. @pensieroETICO

    Caro Giulio,

    l'intervista a Michele Serra è del primo settembre. Laura Puppato non si era ancora candidata. Laura, ieri, ha detto che, da credente, è favorevole al matrimonio (non alle unioni civili, al matrimonio) per le coppie gay: http://www.gay.it/channel/attualita/34319/Primari
    Michele Serra, come sai, ha scritto giorni fa un'amaca molto positiva sulla candidatura di Laura Puppato. Sarebbe interessante sapere se è ancora più propenso a votare Nichi Vendola, alle primarie. Personalmente, se andrò a votare, sarà una scelta molto ardua, quella tra Puppato e Vendola. E meno male, però. Finalmente, non solo la candidata donna che-dice-cose-serie-di-sinistra esiste, nel PD, ma, nonostante sia credente, è più vicina a SEL che a UDC. Forse, finalmente, il centrosinistra e le primarie possono diventare una cosa seria.

    Patty

  2. Antonio Adamo

    Giulio, se occorre un geometra ECCOMI ;o)
    Comunque (lo sai), il sottoscritto preferisce "affidarsi a bravi geometri o ragionieri, onesti e per bene, che sappiano far quadrare i conti della collettività.", ma anche ad un bravo attore che dedica da anni impegno e "passione" alla lotta alla mafia piuttosto che a politici avvezzi al sistema di cui fan parte da decenni. Ovviamente senza nulla togliere all'opinione di Serra

Rispondi