Torre Binario 21: passata la nostra mozione

“Oggi abbiamo portato la torre-faro della stazione Centrale con la protesta degli ex-lavoratori Wagon Lits in Consiglio. Ed è servito. Perché ora, insieme alla solidarietà, ci sono impegni concreti, in primis quello di attivarsi presso il Ministero dei Trasporti affinché si rivedano i servizi notturni nazionali in modo che siano garantiti con prezzi accessibili per la mobilità dei cittadini in tutto il Paese. Ai fini di un’approvazione unanime è stata necessario limare il testo iniziale della nostra mozione, ma abbiamo preferito portare a casa il risultato. Del quale possiamo dirci soddisfatti. Adesso non ci sono più soltanto i Sindaci a far sentire la propria voce. Anche Regione Lombardia è della partita nel sollecitare il Governo sulla vicenda e nel pretendere risposte organiche sia sul sistema dei trasporti che sul fronte dell’occupazione. In sostanza, con questo voto, l’Aula ha affermato con forza che il problema non riguarda soltanto i lavoratori sulla torre o quelli già ricollocati, ma rappresenta una questione nazionale. Rispetto a cui ha finalmente deciso di fare la sua parte”

4 Commenti

  1. marina d.

    Con tutto il rispetto per le cariche istituzionali, questa è la dimostrazione che quando la societa' civile e i cittadini si attivano e sostengono le giuste lotte, le cose possono cambiare. Dal 17 dicembre, insieme ad altri cittadini sono al binario 21 e ringrazio i rappresentanti del comune e della regione che molto spesso sono venuti e si sono impegnati per trovare una soluzione a questa situazione. Ricordo che i licenziati del presidio non stanno lottando solo per il posto di lavoro, ma per il ripristino di un servizio pubblico che non deve essere negato in nessun paese civile. Ogni cittadino deve fare sua questa lotta, perchè come diceva il saggio ( mio padre) se non lotti in prima persona per i tuoi diritti, non puoi pretendere che qualcun altro lo faccia per te.

  2. Maria la Salandra

    Finalmente! La Lombardia che ha accetta supinamente e in silenzio la soppressione dei di treni notte in partenza per tutto il paese e per gli altri paesi europei, fa a pugni con la "celebrazione" di Milano porta dell'Europa.

  3. Filippo D.

    Davvero un gran bel colpo, Giulio! Un risultato che riporta la Regione Lombardia… sul binario giusto.
    Grazie da cittadino e da "presidiante" al binario 21.

Rispondi