In piedi signori, davanti a una donna

” Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subìto, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna!” ( W. Shakespeare )

Un commento

  1. walter sabbatini

    Sono d'accordo con Laura Sica. Un concetto sublime e condivisibile, forse maggiormente ai tempi del grande Bardo.

    Ma oggi? non credo possa valere per tutte le donne..

    Io credo che il destino di ogni donna stia nelle mani della donna stessa. E ogni donna, consapevolmente o inconsapevolmente, lo sa.

Rispondi