Come MilanoX vede la sinistra

MilanoX scrive sulla sinistra nazionale e sulla sinistra del dopo Formigoni (con un passaggio fin troppo buono su di me, grazie). Vale la pena leggere il loro articolo.

Tornando alla politica italiana, la priorità numero uno è seppellire le destre sessiste e razziste. Il Porcellum ci dà l’opportunità di farlo con una coalizione non troppo ampia: vale a dire PD+SEL+IdV. La priorità numero due è impedire il ritorno all’austerity montiana che opprime la società, e quindi stoppare ogni disegno cattomoderato, vale a dire zero spazio di manovra a Casini e all’ala che lo sostiene nel PD, partito che è l’innaturale eternizzazione del compromesso storico di Moro e Berlinguer.

 

6 Risposte a “Come MilanoX vede la sinistra”

  1. Giulio Cavalli dice: Rispondi

    Ciao Luca, io ho dovuto abbandonare l'assemblea in anticipo per trasferirmi a Grosseto al TILTCAMP e non ho assistito alla discussione dell'ODG di Fulvia (che tra l'altro non trovo nemmeno in rete). E non ho diritto di voto non essendo nell'assemblea nazionale.

    1. Posso chiederti allora se essendo membro dell'Assemblea avresti votato per il primo doc. o per quello della Bandoli?

      1. Giulio Cavalli dice: Rispondi

        Non ho letto quello della Bandoli, appunto.

        1. Ok,ma hai letto sicuramente il doc. di maggioranza e le dichiarazioni successive di Vendola.

          Cosa ne pensi?Ti hanno convinto?

          E' la base di partenza giusta per affrontare le primarie?

  2. Per Giulio Cavalli.

    Posso chiederti se hai votato il documento di maggioranza o quello di Gianni e Bandoli?

Lascia un commento