Una nuova Lombardia #davvero costruiamola insieme

Perché quello che vogliamo fare ce l’abbiamo in mente da un bel pezzo (qui, per dire, erano anni fa e le idee erano già chiare). Perché la mia attività consiliare è la sindone di un progetto che ha bisogno di essere allargato e diventare un pezzo di una partecipazione molto più grande e anche l’attività di Chiara Cremonesi indica linee guida precise e perché SEL proprio in questi giorni ha aperto il cantiere per il programma.

Ma le idee sono diffuse e le proposte molteplici. La Lombardia che vogliamo non ha bisogno di meri amministratori ma di rivoluzione e discontinuità, e se il termine rivoluzione suona troppo poco moderato potremo dire che sarebbe ora di un prepotente evoluzione. Senza paura.

E allora, in tempi di democrazia partecipata più detta che fatta, abbiamo aperto una piattaforma semplice semplice: Lombardia #davvero è il luogo delle proposte (e, perché no, delle proteste se costruttive) da cui partire. E’ un lancio, un’integrazione continua, una discussione sempre aperta senza posizione pregiudiziali, è un confronto teso alla soluzione migliore: è politica. Davvero.

Proponete, diffondete e fate proporre qui.

Un commento

  1. Lina D'Agostino

    Bene! Mi sembra un discorso semplice ma efficace. Io auspico che Lombardia#davvero possa essere un progetto , o meglio ancora, un modo di lavorare insieme che riesca a colmare il "gap" tra politica e società. La gente è stanca di subire le decisioni, giuste o sbagliate, di una classe politica scollata dalla realtà. Occorre ridare fiducia all'elettorato, coinvolgendolo nelle decisioni, nei progetti e perché no, anche nei programmi. Lo scollamento tra politica e gente comune, e l'affluenza alle elezioni siciliane ne è tangibile prova, è il male della nostra democrazia. Come diceva il grande Giorgio Gaber " democrazia è partecipazione".

Rispondi