Le primarie in Lombardia secondo Tabacci

“Non devono essere competitive, perchè sarebbero un atto suicida. Abbiamo trovato il candidato che unisce, dobbiamo rafforzarlo”.

Ecco, io non so se ci rendiamo conto. Davvero.

E’ la stessa persona che ieri al dibattito su Sky parlava degli anni bui del berlusconismo dimenticandosi di averlo appoggiato. Per dire.

Una risposta a “Le primarie in Lombardia secondo Tabacci”

  1. fino a che ci saranno i casini e i tabacci, non si andrà da nessuna parte…

Lascia un commento