Mi servirebbe sapere

Quando ci avanza un secondo, senza troppo disturbo, cosa abbiamo da dire noi a sinistra che abbiamo perso senza nemmeno arrivare primi. Se vogliamo essere sempre così allegramente diffusi o almeno ci interessa centrare un punto.

E quando. E come. Questo spazio è la nostra discussione, aperta.

 

9 Commenti

  1. Dico che c'è tutto un programma in cui ho creduto, che è stato portato in campagna elettorale senza isterismi e che interpreta a fondo le esigenze di una società in emergenza. E che è ancora perfettamente valido, anzi, ha in sé proprio ora un'opportunità unica di cominciare a diventare realtà in modo incisivo, inatteso e forse per questo più efficace e veloce. A nulla serve fustigarsi. C'è, fondamentalmente, un problema di comunicazione da risolvere.

  2. romana gandossi

    Che Renzi sia il Salvator Mundi è una favola che gira in mancanza d 'altro. Perchè mai dovrebbe salvare la situazione ? per il suo grande " carisma " ? ha perso le primarie . Perchè è il pupillo di Berlusconi ? perchè piace alla finanza ? perchè ????

  3. Massimo

    Il carisma è la base principale per un leader politico.Ma con quel carisma che sa di politica di giusto. Legalità e rinnovazione. Manca tutto, manca soprattutto la legalità, la convinzione, la voglia di fare bene. Chi è questo leader a sinistra? E a destra ? Oggi c'è Grillo un falso burattino nelle mani del sistema Casaleggio, il popolo indignato dalla mancanza di vera politica, segue le urla di un banditore di popolo.

    "I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela."E. Berlinguer.

    Non è cambiato nulla del pensiero di Berlinguer, noi dovremmo cambiare questo.

  4. paotip

    il primo a sbagliare è stato Napolitano che ha impedito di andare alle elezioni un anno fa.
    Il secondo, è Bersani che, per senso di responsabilità, ha appoggiato un governo austerity che ha colpito solo le classi più deboli.
    Terza a sbagliare è stata la base che alle primarie non ha colto l'occasione Renzi ma Renzi a sua volta sbagliava nel porre l'accento sulla rottamazione come lotta giovani contro vecchi.
    Quarto a sbagliare, oltre che ad abbagliare tutti, è Grillo e i grillini e questa è la nostra ultima chance.
    No al governissimo e al gioco del Grillo. Se non c'è fiducia si vada subito alle elezioni con Renzi nuovo candidato premier. Gli italiani sapranno ben valutare il mancato senso di responsibilità di Grillo.

    1. Claudia

      "Bersani per senso di responsabilità ha appoggiato un governo austerity"… per me questo senso di responsabilità si traduce in incompetenza a svolgere una reale opposizione ed indirizzare il governo Monti verso proposte meno devastanti per i più deboli.

      Se per questa sinistra questa è responsabilità, come possiamo allora affidarci di nuovo a questa sinistra? Gli interessi sul nostro debito pubblico, in questo stato di cose, imporranno sempre più "responsabilità", ma di quale tipo, se queste sono le logiche del PD?

      Si parla di privatizzazioni dei beni comuni, ma secondo quali logiche? Rispettando la volontà degli elettori? Ricordo che questo PD, Bersani in testa, quando si sono promossi i referendum, parlava di privatizzazione della gestione dell'acqua, non ha appoggiato i referendum, poi timidamente ha cambiato idea, ma chi ha lavorato duro per promuovere i referendum sono stati altri http://www.youtube.com/watch?v=N2tERhEk9Oo.

      Giulio, vorresti sapere perchè questa sconfitta?
      Vogliamo parlare di scudo fiscale (lasciato passare grazie agli assenti – http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_02/ass… – )

      l'assenza di proposte concrete e non fumose sui tagli alla casta,

      l'aver favorito lo stra-potere mediatico di Berlusconi (grazie ai vari D'Alema e Violante) senza toccare il conflitto di interessi, con ripercussioni non solo politiche, ma anche culturali e sociali:

      tema TAV – nel quale oltre ad appoggiare l'avvio dei lavori di un'opera che gli esperti giudicano inutile e costosissima, ha dimostrato di non saper accogliere le istanze e le proteste di cittadini interessati;

      spese militari: grave e sospetta incoerenza: nel programma elettorale si parla di riduzione delle spese militari, ma nel dic. 12 il PD approva in prima lettura al Senato l'aumento di 1 mld di spese militari, mentre Monti paventava una parziale privatizzazione del SSN perchè non sostenibile, per non parlare di un welfare che si continua a tagliare.

      Se questi sono i risultati del senso di responsabilità, mi dispiace questa sinistra non mi rappresenta. E non perchè creda che il M5S possa fare un miracolo, loro stessi dichiarano che si avvicinanano tempi durissimi per tutti, ma almeno stanno dimostrando coerenza con il loro Statuto rispetto al rifiuto di rimborsi elettorali (avendo inoltre dimostrato che una campagna elettorale efficacissima si può condurre con spese minime), rispetto alla riduzione dei propri stipendi, e chiedendo che i tagli si facciano a partire dall'alto, e partendo da spese marginali, appunto quelle militari, opere inutili).
      Sappiamo chi e come ci ha governato finora.

      1. mario

        ciao Claudia hai perfettamente colto nel segno e aggiungo un altra perla fatta dal PD che è quella di aver votato a favore delle pensioni d'oro ma cosa pensavano che gli elettori non ne tenessero conto. io ho votato SEL x spostare l'asse verso sinistra ma non è servito. certo che se BERSANI strizza l'occhio a MONTI CHE CI HA MASSACRATI il risultato non può essere che questo.putroppo se la politica non ritorna ad essere trasparente;non ti dice niente l'iniziativa di don ciotti "riparte il futuro" solo 150 mila adesioni su 40 milioni di possibili adesioni . nessuno della sinistra ha rimarcato il fatto /tragico) che solo 6 parlamentari 4 del pdl e 2 della lega abbiano aderito e questi parlano di legalità(buffoni) quindi se la POLITICA non ritorna ad essere SERVIZIOe non professione non andremo da nessunaparte

  5. la mia idea di MICROCREDITO ITALIANO. un fondo rotativo di garanzia OBIETTIVO da 1 miliardo di euro ,creato attraverso erogazioni liberali da parte di persone ficische e giuridiche con possibilità di deducibilità fiscale integrale,con contribuzioni obbligatorie derivanti da vendite all’asta di cose mobili ed immobili sequestrate alle mafie e con l’obbligo da parte di tutte le banche sul territorio nazionale a destinare lo 0,01% del loro patrimonio netto annualemente, con la possibilità di erogare microprestiti di durata annuale e a famiglie in stato di bisogno dove almeno 1 soggetto svolge attività lavorativa e con reddito inferiore ai 12.000 euro annui lordi e senza alcun prestito in corso. la pratica viene gestita a livello nazionale attraverso domande on line CHE LA BANCA D ITALIA AFFIDA D INIZIATIVA A UNA BANCA CHE NON PUO RIFIUTARE EROGAZIONE,senza commissioni di pratica e con ritiro presso il comune di appartenenza.Chi non paga entra in black list, chi paga guadagna punti per aumentare del 10% la prossima richeista.

    progetto g bernardo.

Rispondi