La perversione

Provate a spiegarlo ad un bambino: il Movimento 5 Stelle non vuole accordi con il centrosinistra, anzi con nessuno. E’ semplice e lineare. Si può essere d’accordo o meno ma è una decisione che ha un senso (più lucrativo di consenso che politico, forse). Il centrosinistra intanto prova in tutti i modi di trovare un punto in comune con Il M5S per costruire un “governo di scopo” che non preveda PDL e affini (e questo a Bersani va riconosciuto, ma sul serio).

Il M5S ostinatamente rifiuta il corteggiamento. Anzi, dice che è tutta una finta del centrosinistra che vuole farsi dire di no per andare con Berlusconi, e allora loro (anzi, Beppe Grillo) cosa si inventano per disinnescare la trappola? Dicono di no. Ecco.

Il PD si diluisce in mille correnti ma Bersani tenta di tenere la barra dritta. Piuttosto che con Berlusconi (dicono in molti) si ritorna al voto. E qui accade il miracolo: i capigruppi cinquestelle Crimi e Lombardi ci dicono che il voto sarebbe una sciagura. Capito? Loro.

Forse sono troppo semplice io ma un attendismo venduto come un martirio mi sembra proprio una perversione.

(Anche Pippo ne scrive, qui)

16 Commenti

  1. Condivido pienamente. Bersani sta resistendo contro tutti: una parte crescente del suo partito, il presidente della Repubblica, il PDL i montiani, lo stesso M5S; tutti che vogliono l’inciucio, per garantirsi un futuro oppure il M5S per poterlo sputtanare… Tutti tranne gli elettori del centrosinistra come si è visto a Roma con il plebiscito a Marino. Il Bersani dopo le elezioni, mi pare migliore di quello durante la campagna elettorale!
    http://fractaliaspei.wordpress.com/2013/04/08/il-punto-politico-8-aprile-2013-tra-schizofrenie-e-speranze/

  2. I 5 stelle sono una delusione immensa! Finalmente dei giovani in parlamento e cosa fanno? Leggono i comunicati scritti dal duo ”grillocasaleggio” … come Ruby! Oppure comunicano tramite Claudio Messora … Adesso per continuare a far casino sulle Commissioni occupano le Camere! Tra un pò avremo le Femen Grilline … tanto li pagano per ”giocare”! Grrrr …

  3. Exidor

    Diciamo che , in fondo, nel PD hanno usato i no di grillo per bruciare Bersani perchè Renzi scalpita. “Vai, esplora, ma non impiastriamoci con Berlusconi sennò la prossima volta non ci votano manco i parenti, vai da Grillo, poi torni indietro a mani vuote e in quel caso spuntano i Franceschini che dicono “dialoghiamo con Berlusconi”.
    Perfetto.
    Curioso poi il voler veder scissioni imminenti in qualunque partito avversario per tentare di metterlo in ansia, il PD lo dice del Movimento e viceversa, solite schermaglie tra partiti che tentano di cannibalizzarsi reciprocamente.
    L’elemento Renzi è determinante per tutti e due.
    Per cui è tutto da vedere chi e cosa si sgretola.

  4. ….semplice e superficiale…..questa storia dello streaming sembra un mantra ripetuto alla noia (per non dire paranoia), che non porta a nulla; Grasso e Boldrini sono stati la foglia di fico (piccola) per una sorta di presentabilità che non esiste. ….perchè si starebbe sgretolando tutto? pensavi che bastassero due mesi per uscire dalle pastorie di 50 anni di governi gestiti in base ad accordi più o meno sottobanco? questa impazienza sarebbe bene focalizzarla nei confronti di chi ha reso tutto questo possibile, anzi impossibile. E cercare di dare una motivazione ad una delusione mi sembra opera effimera….perchè una convinzione se è salda resiste, malgrado tutto alle intemperie, le prime cui deve far fronte….

  5. trovo semplicistico all’ennesima potenza raccontare la cronaca politica in maniera “semplice e diretta” che cosi non è. Bersani tiene la barra dritta perchè altrimenti affonderebbe…..(MPS incombe e lui non può evitare confronti futuri….berlusconi in questo, docet); il pd….si sta frantumando perchè la speranza di governare vincendo le elezioni è naufragato alla grande, ed il collante non tiene più. Tra l’altro la compattezza del partito non esiste da anni ed adesso il redde rationem è giunto al suo apice, e saranno lacrime e sangue….e scissione. In tutto questo la repubblica parlamentare italiana non “parlamenta”…perchè senza il feticcio di un governo il pd il pdl ( e dietro loro in parte sel e lega..e monti) non riescono a capire cosa fare. Silvio corre per salvarsi la schiena (e sono educato) bersani idem ed in tutto questo guazzabuglio il coraggio di dare al M5S un opzione governativa (all’epoca il psi fece il governo con il 10%) non lo trova nessuno……da napolitano a scendere. E per assurdo il 13 aprile pd e pdl….scendono in piazza per la crisi…siamo all’apoteosi dell’assurdo.

  6. Ciao Giulio. Condivido, però citando dal tuo link, la Lombardi ha detto che il voto sarebbe una sciagura “solo per il costo”. Non so se intendesse “fosse anche solo per il costo” o “solo per il costo, ma per il resto sarebbe auspicabile”. Se però l’interpretazione corretta fosse la seconda, la tua analisi un po’ cadrebbe.

    Saluti

Rispondi