Speriamo che prima di allora le biblioteche non siano vuote.

Una cultura che si subordina agli indici d’ascolto, quindi al successo di pubblico, è una cultura persa. Si può fare cultura solo in opposizione agli indici d’ascolto o a dispetto di un indice basso. Quando la tanto decantata varietà dell’informazione si sarà definitivamente svelata come varietà propagandistica, allora si ritornerà con desiderio ai libri. Speriamo che prima di allora le biblioteche non siano vuote.

(Heinrich Böll)

2 Risposte a “Speriamo che prima di allora le biblioteche non siano vuote.”

  1. E’ difficile portare un adulto in biblioteca, se non ha questo slancio. E’ invece indispensabile ricominciare dalla favola della buonanotte, sin dal primo vagito. Nati per Leggere è un presidio fondamentale di questi tempi https://www.facebook.com/natiperleggere

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.