Per cacciare la cittadina Realtà

Gramellini, oggi, su La Stampa:

«Salve, cittadino Cinquestelle, sono un disoccupato senza casa e pieno di debiti, deluso dai partiti che pensano soltanto ai fatti loro. Voi invece siete qui per aiutarmi, giusto?». «Puoi dirlo forte, cittadino disoccupato senza casa e pieno di debiti. Noi ci occupiamo dei problemi veri del Paese. Oggi per esempio stiamo decidendo se mettere ai voti la diretta streaming della riunione in cui si deciderà se sottoporre al voto della Rete la decisione di cacciare dal movimento una cittadina senatrice infetta che ha osato dire che Grillo ogni tanto sbaglia».

«Capisco le esigenze della democrazia diretta, cittadino Cinquestelle. I miei problemi possono aspettare fino a domattina». «Domattina abbiamo un’altra emergenza, cittadino. Dovremo rendicontare in diretta streaming gli scontrini dei cornetti del bar di Montecitorio, dividendo i cornetti alla crema da quelli al cioccolato e i cornetti dei buoni cittadini dai cornetti dei cittadini infetti». «Potrei avere un cornetto, cittadino? Anche infetto». «Per darti un cornetto devo fare lo scontrino e per fare lo scontrino devo chiedere il permesso alla Rete in diretta streaming. Il problema è che per chiedere la diretta streaming è necessario convocare una riunione del gruppo». «Convocala, cittadino: sto morendo di fame». «Impossibile, cittadino, il gruppo è già riunito». «Per fare che?». «Te l’ho già detto: per decidere se cacciare o no la senatrice infetta». «Ma quando comincerete a occuparvi della realtà?». «La cittadina Realtà? Va disinfettata, cittadino. E se oppone resistenza, va cacciata. A meno che abbia richiesto lo scontrino».

5 Commenti

  1. Proposte di legge presentate
    1) Nuova legge anticorruzione; 2) Eliminazione dell’IMU sulla prima casa; 3) Abolizione delle Province e destinazione di fondi alla sicurezza delle scuole (2 proposte di legge); 4)Nuove norme sul conflitto di interessi (2 proposte di legge); 5) Abolizione del contributo pubblico ai partiti; 6) Introduzione del limite di due mandati parlamentari; 7) Liberalizzazione delle giornate festive lavorative nel piccolo commercio; 8) Impignorabilità della prima casa e tutela degli stipendi dai pignoramenti; 9) Introduzione nel Codice Penale dei delitti contro l’ambiente; 10) Proposta contro il consumo del suolo; 11) Introduzione del voto di preferenza per le elezioni alla Camera e al Senato; 12) Istituzione dell’Ufficio del Garante della Salute; 13) Istituzione del consenso informato nei trattamenti sanitari, contro l’accanimento terapeutico; 14) Proposta per la ratifica della Convenzione Europea sulla lotta alla violenza sulle donne; 15) Regolamentazione dei giochi con vincite in denaro e loro divieto ai minori; 16) Divieto di propaganda elettorale finanziata da condannati per mafia; 17) Contenimento del consumo del suolo e tutela del paesaggio; 18) Modifica delle norme sull’estrazione petrolifera e di gas in mare; 19) Proposta di legge costituzionale per il riconoscimento del diritto di accesso alla Rete Internet; 20) Istituzione di una commissione d’inchiesta sulle consulenze nella Pubblica Amministrazione; 21) Ampliamento dei parametri delle pensioni di reversibilità; 22) Istituzione di una Commissione di Inchiesta sulla malasanità; 23) Sostegno alla ricerca su farmaci orfani e malattie rare; 24) Abolizione del finanziamento pubblico all’editoria; 25) Etichettatura degli alimentari con indicazione di origine della materia prima; 26) Proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare sul Monte dei Paschi di Siena; 27) Progetto di legge costituzionale finalizzato al referendum per la permanenza nell’EuroProposta per incentivare la mobilità ciclistica.

  2. Ordini del giorno approvati 3 sui 3 presentati: impegnano il governo alla priorità del pagamento di imprese non coinvolte con la criminalità organizzata, al rinvio al 2014 dell’applicabilità della TARES e al monitoraggio dell’effettivo pagamento dei crediti da parte dello Stato.

  3. Quello che il M5S HA FATTO: Emendamento accolto al decreto 40 miliardi (4 dei 52 presentati dal M5S): in pratica è riuscito a far sì che saranno pagate anche aziende che, per colpa della crisi, hanno faticato a versare i contributi; e che, solo in alcuni casi, lo Stato tratterrà i contributi dovuti ma le aziende saranno comunque pagate.

  4. Caro Cavalli se condividi ciò sei molto in malafede, Gramellini è lo stesso che non ha detto nulla della bocciatura di tutti gli emendamenti del M5S per il fondo alle PMI, di cui i titolari si suicidano, alla cancellazione dell’IMU sulla prima casa, cose coperte con il taglio delle spese dei partiti che RUBANO i rimborsi elettorali e le folli spese del parlamento. La MAFIA si combatte anche con l’onestà verso chi non segue la tua strada ma fa del rigore e della correttezza la sua stella polare. TU stai nascondendo cosa sta accadendo davvero in parlamento e non ti puoi lavare le manine facendo il radical chic solo con la militanza. Le bugie sono l’energie delle mafie, perché dal compromesso traggono forza.

Rispondi