A Viareggio, invece, il mafioso presiedeva la squadra di calcio

A Lucca sette indagati e 18 milioni di euro sequestrati:

Il principale indagato è un imprenditore lucchese, Pietro Raffaelli di 65 anni, abitante a Camporgiano in provincia di Lucca, ex presidente del Viareggio quando patron della squadra era Giorgio Mendella. Raffaelli, riferisce la guardia di finanza, è stato già condannato dal tribunale di Bari nel gennaio 2008 con sentenza definitiva per associazione a delinquere di stampo mafioso, contrabbando di tabacchi esteri e riciclaggio, dato che ricopriva un ruolo di primo piano nelle organizzazioni dei traffici di sigarette dal Montenegro alla Puglia procurando ai clan della Sacra Corona Unita motoscafi veloci utilizzati per i trasporti dei cartoni di ‘bionde’.

 

4 Risposte a “A Viareggio, invece, il mafioso presiedeva la squadra di calcio”

  1. quanto tempo ci metterà la nostra giustizia a ” fare giustizia”‘

  2. Tutti questi soldi sequestrati…..dove vanno?

  3. Giochi senza frontiere (regionali), insomma

  4. ecco come volevasi dimostrare….è cosa di tutti…purtroppo…l’unica è educare la persona all’onestà…..

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.