Il cambiamento di Maroni (e il sindaco di Adro)

200706582-3efd515b-2616-4f01-af67-6202936d0263Aveva promesso Maroni che la Lega sarebbe diventata diversa (vi ricordate?), che avrebbe smesso di rubare (si riferiva a Bossi e ai suoi figli), di essere volgare (si riferiva alle parolacce di Bossi) e che si sarebbe concentrata sulla politica dei fatti.

Poi è arrivato Oscar Lancini, il sindaco di Adro, che ha, nell’ordine:

– riempito di simboli padani una scuola.

– lasciato senza cibo una bambino in mensa figlio di una famiglia inadempiente sventolando il fatto come una conquista.

pilotato appalti in favore degli amici secondo la Procura che ne ha deciso l’arresto.

Ora Maroni interviene e dice: è una brava persona.

Evviva.

12 Commenti

Rispondi