Documentarsi per indignarsi: le carte sull’On. Crisafulli

Sta passando abbastanza sotto traccia (anche se ne ha parlato Pif alla Leopolda e qualcuno ne scrive) la vicenda di Crisafulli, i suoi incontri con i boss e il suo appoggio (consistente, nelle sue zone) alla mozione Cuperlo. Poiché ogni volta che si affronta questo argomento arrivano di seguito strali e diverse interpretazioni dei fatti (nell’augurio di un Paese che riesca a farsi un’idea sull’inopportunità al di là dell’esito della giustizia) mi sembra il caso di lasciare qui la circostanziata CNR (Comunicazione Notizia di Reato) dei Carabinieri del Comando provinciale di Enna. Perché conoscere per indignarsi in modo sano è sempre un buon esercizio:

Qui il link.

4 Commenti

  1. Non ho letto le 206 pagine ma mi sono documentata attraverso numerose fonti credibili in rete. Sono al corrente ed è l’ennesima delusione per una persona nel PD che dice di volere il cambiamento: Cuperlo. Dopo Serracchiani, Civati e Puppato ho l’ennesima conferma che il PD non cambierà.

  2. A.C.

    A chi non ricorda o chi, sapendo della vicenda solo per sentito dire sa solo che Crisafulli non è stato condannato per alcun reato, faccio leggere le pagine di Claudio Fava in proposito ne I Disarmati.

Rispondi