La cultura dell’illegalità

cutri-k4MF--398x174@Corriere-Web-SezioniDiventa infine apologia e scrive pagine come questa:

Nel corridoio Mario Cutrì, magro, scavato, in piedi dinanzi alla porta d’ingresso blindata, aspetta parenti e amici per le condoglianze. Una processione. Sono la madre e il padre. «Mimmo ascoltami: non ti costituire. Tuo fratello si è sacrificato per te. Non ti consegnare, Mimmo. Scappa, scappa Mimmo. Altrimenti Nino è morto per niente».

 

5 Commenti

  1. mario

    caro Giulio, è angosciante che la deriva dell’illegalità e culturale sia arrivata fino a questo punto…….intanto i nostri politici pensano a tutt’altro…..

  2. Giordana

    Ho letto il servizio sul Corriere della Sera ed è tutto molto triste anche se si tratta di persone con gravi colpe si rimane molto amareggiati per queste situazioni. La speranza è che non vengano coinvolte altre persone innocenti in questa fuga disperata, con la prospettiva di un ergastolo questo “fuggiasco” non ha nulla da perdere qualsiasi cosa possa succedere.

Rispondi