La mafia sui cantieri (questa volta navali)

img_25370075917073In Sicilia ancora un maxi sequestro operato contro la mafia. La Dia di Catania ha infatti confiscato beni per un importo superiore ai 2 milioni di euro che si ritengono riconducibili ad un detenuto, il 60enne Antonino Stellario Strano. L’uomo è attualmente in carcere per scontare una condanna emessa a suo carico in un precedente processo, per 13 anni e 4 mesi. Antonino Stellario Strano è ritenuto dagli inquirenti uno degli uomini di maggiore spicco della cosca mafiosa dei Pillera – Cappello. I beni sequestrati sono due aziende edili, la Tecnocem e la Rapisarda, oltre a 4 case, vari conti correnti bancari ed un’auto. Le indagini della Dia continuano, alla ricerca di eventuali altri collegamenti.

(fonte)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.