I diritti dell’arrestato

cosentino-diritti

Il solito Mauro per Il Manifesto.

Un commento

  1. Regolare, dato che ormai é diventato refugium peccatorum, avanti un altro! Anzi, se il Q8 volesse percorrere la Via Crucis, dovrebbe dedicare un pó del suo tempo, tra un arresto e l’altro, alla stazione del Nazareno, per ringraziare i monaci ex rossi del dono del 416ter e della riduzione delle pene per tutti i confratelli delle larghe intese.

Rispondi