La cor­ru­zione in Ita­lia è così dif­fusa che è pra­ti­ca­mente impos­si­bile cer­care di porvi rime­dio per via giu­di­zia­ria

No, secondo me è un pro­blema di cul­tura. Se si trat­tasse sol­tanto di leggi, quelle che puni­scono la cor­ru­zione ci sono. Non sono per­fette, ci man­cano una sacco di cose ma ci sono. Credo invece che sia pro­prio un pro­blema di cul­tura, di modo di pen­sare. La cor­ru­zione in Ita­lia è così dif­fusa che è pra­ti­ca­mente impos­si­bile cer­care di porvi rime­dio per via giu­di­zia­ria, occorre inter­ve­nire attra­verso sti­moli edu­ca­tivi. Leggi più severe non ser­vono. Vede le leggi c’è il pre­cetto, che dice cosa è vie­tato, distin­gue quello che è lecito da quello che è ille­cito. Ora que­sta parte cer­ta­mente è uti­lis­sima, però non serve a mio parere per­ché com­porta gene­ral­mente solo il car­cere, che invece di aiu­tare a mar­gi­na­liz­zare la devianza alla fine la faci­lita. Se noi usiamo la san­zione per ren­dere vero il pre­cetto, va a finire che ci mor­diamo la coda.

Un’intervista a Gherardo Colombo che vale la pena leggere.

35 Risposte a “La cor­ru­zione in Ita­lia è così dif­fusa che è pra­ti­ca­mente impos­si­bile cer­care di porvi rime­dio per via giu­di­zia­ria”

  1. Condivido ogni parola.
    D’altronde, come aspettarsi qualcosa di diverso? Dopo “Mani pulite”, abbiamo fatto nulla per contrastare la corruzione? Culturalmente, dico.

    http://redpoz.wordpress.com/2014/05/12/expo-in-due-parole/

  2. sono sempre stata d’accordo con questo grande italiano!!!

  3. Ha perfettamente ragione; la corruzione, la raccomandazione è entrata nel vivere comune, è convinzione pratica diffusa. Persino per le cose più banali, per i diritti più comuni l’italiano ricorre alla raccomandazione. è predisposto, si aspetta qualcosa di corrotto: guardate anche per fare la domanda di fornitura del gas (quando le aziende di vendita hanno tutto l’interesse ad acquisire clienti).

  4. PROVIAMO CON UN GOVERNO INGROIA?

  5. È questo che ha caratterizzato il fallimento di Mani Pulite: il fatto che all’azione giudiziaria non ha fatto seguito un’evoluzione nella stessa direzione dal punto di vista sociale e culturale

  6. Insegnare vuol dire “essere”….con gli esempi, perciò dobbiamo pensare ad una chiara desensibilizzazione con l’estromissione, senza se e senza ma, di coloro che non hanno comportamenti trasparenti e chiaramente disinteressati al proprio tornaconto!

  7. si deve ricominciare dalla cultura!….intanto eliminare i corrotti!…

  8. La soluzione passa sia dal “law enforcement” (applicazione delle norme), dall´”accountability” (il dover rendere conto delle proprie azioni – di amministratori e politici ma di chi chiunque agisca) e “personal responsibility” (senso di responsabilitá personale – principio di derivazione luterana) …. lo so bene perché sono i tre perni della cultura nordica, qui ci vivo con la mia famiglia e i miei figli vanno nelle scuole pubbliche danesi e sono principi applicati sin dall´asilo nido!

  9. condivido! dai più giovani ai più anziani oggi non si scandalizzano più di nulla!

  10. questo non significa che non bisogna combatterla è certamente un problema di cultura e questione morale

  11. non vi è volontà di estirparla … occorre notare da dove si sviluppa

  12. E’ proprio così. La sola via giudiziaria non basta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.