artisti minuscoli: Gabry Ponte

La gente è superba soltanto quando ha qualcosa da perdere, e umile quando ha qualcosa da guadagnare.
Henry James, L’americano, 1877


Da leggere anche le considerazioni giuridiche di Guido Scorza qui.

7 Commenti

  1. …affinché il mio commento non sembri frutto di “buonismo generalista”: il video postato è furbescamente confezionato, è un giudizio (anzi, pre-giudizio) vestito da notizia; sin dall’inizio l’autore (del video) costringe chi lo guarda sul suo sentiero giudicante, non lascia spazio critico e, alla fine, ottiene il suo scopo: “artista minore”. Mi chiedo: chi è artista? qualcuno che viene riconosciuto tale da un consistente numero di persone, altrimenti è il “mio” artista, condannato alla “solitudine maledetta”; dietro ogni artista c’è sempre un “mecenate” che gli consente di poter raggiungere quel consistente numero di persone: così l’artista “dipende” dal mecenate, che ne decide i “movimenti” opportuni…quanti dei “nostri” artisti han fatto esattamente come Gabry Ponte? tantissimi: la valutazione ultima sul da farsi non è in loro potere…da qui possiamo iniziare una infinita discussione sul “giusto” o “sbagliato”…ma soprattutto della cosiddetta “informazione”…

  2. …penso valga anche per se stessi…l’altra faccia dei commenti è: “sono superbo, perché ho da perdere il mio concetto di musica, di arte…e, quindi, mi trincero dietro la mia presunta e rassicurante superiorità”, dando così all’altro il riconoscimento di umile…e mettere in discussione i propri canoni, smontarli e rimontarli per trovare la vera “giustificazione” (che può renderli giusti)?…un punto interrogativo è sempre meglio di un esclamativo, forse?

Rispondi