L’antimafia del “fare”

Bravissimi gli amici di Avviso Pubblico a sospendere il comune di Caorle dai loro associati poiché il sindaco ha taciuto le minacce ricevute. Rispetto agli inclusivi che fingono di includere per dividere sotto traccia questa è una mossa alla luce del sole che prende le distanze senza bisogno di pubblica indignazione ma semplicemente applicando il dovere dell’opportunità.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *