Vai al contenuto

Oggi: il giorno in cui Roma è stata bidet dei Casamonica

Il mio editoriale sul disgustoso funerale è qui.

VERGOGNA-CAPITALE-BREAKING

88 commenti su “Oggi: il giorno in cui Roma è stata bidet dei Casamonica”

  1. Se fosse successo in una città del Sud o, meglio, in una città del Sud politicamente scorretta: pagine su pagine della stampa e servizi a non finire su tutte le emittenti TV… Ah, dimenticavo l’immancabile reprimenda dell’intellettuale al malcapitato sindaco.

  2. Il funerale che sembrava la scena di un film……la mia amarezza , la mia impotenza di donna del sud che ha cercato di combattere la cultura mafiosa e di educare alla legalità si uniscono ad un sentimento di vergogna…..mi vergogno per la chiesa, mi vergogno per lo stato,mi vergogno per le vittime di mafia,mi vergogno per tutte le persone oneste che tutti i giorni subiscono illegalità e ingiustizie……..mi vergogno per gli antichi e moderni romani.

  3. mi auguro giulio lo facesti anke x l’alrtro sepolto a s.apollinare;e se muore qualke altro paperino allora in quale duomo?e nessun sa nulla o fingono di nn essere stati”informati”,,,,che strana fanta stronza pseudo politicasindacal di merda dice Velardiniello

  4. Ma cosa c’e’ da applaudire ad un funerale, specialmente a quello di un mallavitoso. Questo sta a dimostrare senza alcun dubbio che gran parte o parte del popolo e’ malato, e che chi veramente controlla quel paese sono le mafie, ed i politici tutti, tranne un piccolo gruppo, (M5S) sono “nelle tasche” di costoro, citando, tanto che siamo in tema, una frase dI un noto film. Qualcuno direbbe che a volte la vita imita l’arte. Con marcia funebre che intonava la colonna sonora deL PADRINO. Che porcheria che si e’ diventati, sotto gli occhi del mondo. Un paese senza un minimo di dignita’

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.