La “Cosa rossa”, slavata, con un retrogusto di PD

l43-fassina-bersani-vendola-150507205424_mediumVoglio essere franco e, per favore, permettetemi anche di non affaticarmi troppo nel fingermi educato: questa “Cosa rossa” che starebbe nascendo tra Fassina, ex M5S e Sel è  irricevibile anche solo a pensarla. Vorrebbero convincerci (loro) che nonostante tutto il PD sia l’ancora con cui arrivare a governare e mentre partoriscono un suicidio organizzato vorrebbero anche convincerci di averne tutte le ragioni. Fassina esce dal PD per condizionare meglio il PD. Contento lui. SEL ogni giorno ci avvisa quanto sia di destra Renzi e poi scodinzola dietro al PD per avere uno spazietto su Milano, Cagliari e Roma; in pratica ci vorrebbe convincere che sono dei malfattori quando non si alleano con loro, una cosa così. Alcuni ex 5 stelle si accorgono di essere di sinistra ma di sinistra filogovernativa con questo governo praticamente di destra.

Insomma tutti contro il PD ma attaccati alla mammella democratica. Fatemelo dire: giù il cappello a chi su questo almeno ha le idee chiare. Bravo Civati a dire che la rottura è rotta per davvero. In mezzo a tutti questi mimi ostici a Renzi ma da mimi.

36 Commenti

  1. Non se ne può più. Vogliamo solo testimoniare o vogliamo raddrizzare la baracca? Piaccia o no piaccia io non credo che si possa fare ameno di fare i conti con il PD e i suoi milioni di elettori altrimenti rischiamo di abbaiare alla luna. Come pensate che si sia vinto a Milano solo per la bella faccia di Pisapia o di Limonta. Ma per favore si guardi la realta così com’è e non come la si desidera.

  2. manuela canera

    Eh sì, più slavati di così si muore e loro, politicamente lo sono (morti) ma continuano a non rendersene conto. La sinistra è morta già un bel po’ di tempo fa, nell’indifferenza generale. Pisapia ci ha provato con tutta la buona volontà possibile a resuscitarla, ma gli amici del PD quando hanno visto che il jet stava decollando prontamente hanno provveduto a tagliarli le ali. Sel? Non pervenuta.

  3. Che ci siano poche idee ma ben confuse è chiaro. Che ci sia una subalternità al PD è ragionamento grillino. Così come lo è il fatto che si semplifichi in maniera dozzinale la discussione (vivissima) sul non buttare a mare certe esperienze (pisapia).

    Questo, con la chiusa sviolinata a Civati, mi fa ribadire che il peggior nemico della sinistra italiana è la sinistra e a questo punto quando dico sinistra intendo anche lei, Cavalli

Rispondi