Ciao Ale

È morto Alessandro Soresini.

Per chi non lo conoscesse Alex era, come scrive il Corriere,” il batterista degli Africa Unit. Il 15 luglio aveva compiuto 44 anni. Soresini era nato a Lodi il 15 luglio 1972; dopo la militanza nei «Reggae National Tickets e negli Smoke, dal 2010 era passato agli Africa Unite, il gruppo nato nel 1981 e considerato la prima band del panorama reggae italiano. Molte e di prestigio le collaborazioni nel corso degli anni con i Casino Royale, Neffa, Giuliano Palma, Nina Zilli, Princess Nubians”.

Io ci sono cresciuto con Ale. Noi due, insieme, sognavamo di salpare da Lodi per conquistare il mondo, con l’anelito sognante di tutti i ragazzini. E tutte e due avevamo un amore grande per il ritmo, nel senso più largo: quello “stare a tempo” con la vita che così spesso prova a prenderti contro tempo, invece.
Ed è una notizia che, così da lontano, mi stringe il cuore perché mi ricorda, non so se capita anche a voi, quante occasioni ho perso per provare a risentirlo. È sempre così: quando ti manca qualcuno avresti voluto chiedere almeno cinque minuti in più.


Also published on Medium.

6 Commenti

Rispondi