«Minniti? Uno sbirro in guerra contro i migranti»: parla Gino Strada

«Minniti è il ministro più apprezzato del governo Gentiloni? Bene, andiamo proprio bene! Minniti ha una storia da sbirro e va avanti su quella strada lì. Per lui ributtare in mare o riconsegnare bambini, donne incinte poveracci a quelli lì in Libia, e farli finire nelle carceri ammazzati o torturati, è una cosa compatibile con i suoi valori. E si sente orgoglioso di quel che fa»: l’attacco al ministro dell’Interno è del fondatore di Emergency Gino Strada, al microfono di Radio Capital, che lo ha reso noto. «Questi accordi con la Libia e il decreto del ministro Minniti sono niente di più e niente di meno che un atto di guerra contro i migranti. Noi già oggi siamo responsabili di diversi morti, diverse persone torturate, centinaia o migliaia di casi di violazione dei diritti umani, e per soddisfare il nostro egoismo e la necessità di una politica di livello infimo, non esitiamo a ributtare questa gente in quell’inferno, nelle mani di torturatori assassini», ha aggiunto Strada.

(fonte)


Also published on Medium.

167 Commenti

  1. marco mat

    All’ “uomo” Gioele Lorenzi, al tuo idolo nano Benito, tutti i soldi che ha rubato li deve all’imbecillità di chi lo tenuto sugli scranni del potere. Fortunatamente tutti quelli come lui, si devono accontentare di finire a testa in giù. Peccato che tutto ciò sia costato milioni di morti. Non vali nemmeno un brufolo di Gino Strada e il tuo commento ha la stessa utilità di un rotolo di carta igienica bagnata. Visto che sei un “fan” di un dittatore fascista, sciaquati la bocca prima di nomnare Strada. Il fascismo è un reato e di morti ne ha fatti sin troppi.

Rispondi