Ecco qua: «Giulio Regeni se l’è cercata» dice un prete ligure durante la messa

(parole opere e omissioni di don Pietro Ferrari, ne scrive Huffington Post)

Piero Ferrari è un missionario appartenente alla congregazione del Sacro Cuore di Gesù che domenica scorsa, dal pulpito della chiesa di San Bartolomeo al Mare, in Liguria, ha pronunciato parole che fanno discutere.

“Giulio Regeni se l’è cercata” e i media “sbagliano a parlare di lui, uno solo, che è andato a fare il furbo e sapeva benissimo dove si stava andando a infilare, mentre ogni giorno muoiono migliaia di poveri”.

Secondo quanto riporta il quotidiano La Stampa, padre Ferrari si trovava nella località ligure per la giornata missionaria e lì ha preso la parola al posto del parroco per raccontare il proprio impegno in Sud Sudan: un teatro di guerra e morte quotidiana che però rimane ancora troppo lontano dai riflettori internazionali, dice.

Ci sono guerre dimenticate e invece si parla tanto di Regeni. Anche altri missionari come me hanno il dente avvelenato.

Il parallelismo fra il suo lavoro, pericoloso ma dimenticato, e la vicenda diplomatica e al tempo stesso mediatica di Giulio Regeni non tarda a sollevare brusii di stupore e dissenso fra i fedeli della chiesa di San Bartolomeo. Che però non bastano a placare la polemica choc di padre Ferrari il quale, anzi, intervistato dal quotidiano torinese, rincara la dose.

L’Egitto è sotto minaccia dell’Isis, e tu vai a fare una riunione con i sindacati che sono contro il governo. Immagina tu, cosa vuoi che facciano. Perché non è partito un inglese, o un francese, dalla sua Università, ed è andato proprio lui? Certo, gli egiziani avranno esagerato, ma ce le tiriamo addosso le bastonate in quelle situazioni.

La risposta a tali dichiarazioni, tuttavia, è stata immediata e altrettanto dura, a cominciare da quella del parroco della comunità ligure, don Elena, che prendendo le distanze da padre Ferrari ha affermato:

Non si può barattare un morto con mille morti. E poi Regeni aveva tutto il diritto di fare le sue ricerche. Cosa dovremmo dire dei missionari uccisi? Che se la sono cercata?


Also published on Medium.

38 Risposte a “Ecco qua: «Giulio Regeni se l’è cercata» dice un prete ligure durante la messa”

  1. Anche Gesù, se proprio.andiamo.a vedere, se l’è cercata …

  2. Che vergogna BASTA BASTA

  3. Ero già convinto dell’idiozia dei religiosi, grazie della conferma

  4. Ho letto i commenti di alcuni parrocchiani…basita dall’ignoranza e dalla protervia di certe parole

  5. Dovevamo sentire anche questo…..

  6. Ne renderà conto a Lui

  7. È chiaro meglio essere conniventi coni potere locale vedi altri esempi Cile, Argentina ecc….Nutro pena per una simile affermazione.

  8. La madre degli imbecilli anche stavolta non ha abortito

  9. Prete? Ma ha capito la sua missione o è lì per evitare di lavorare?

  10. Sono parole stupide, ma a mio parere indicano che c’è una grande, terribile responsabilità in chi ha mandato Giulio in Egitto: un’Università seria non dovrebbe commettere certe ingenuità criminali! Sono loro, a mio parere, i primi responsabili.

  11. Ricordate al sacerdote che al pendente che porta al collo è rappresentato un giovanotto di trent’anni circa che duemila anni fa anche lui se l’era andata a cercare. Amen.

  12. Che disgusto. Che desolazione.

    1. Ecco… non lo dicono solo delle donne. Oramai pare che se la siano cercata TUTTI.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.