A proposito di Ostia e CasaPound

Valer la pena leggere l’articolo di Internazionale:

 

“Zecca de merda, frocio”, gli urlano quelli di CasaPound quando lo incontrano fuori da qualche locale o sull’autobus. Si muovono sempre in gruppo, sono ragazzi del quartiere militanti di estrema destra e prendono di mira quelli impegnati nei collettivi scolastici di sinistra o nelle associazioni, soprattutto i ragazzi che si occupano di senza fissa dimora o migranti.

Raffaele Biondo è alto e magro, capelli ricci, maglione a collo alto: ha 19 anni ed è stato per lungo tempo il rappresentante degli studenti del liceo scientifico Antonio Labriola di Ostia. “C’era un periodo in cui ricevevo minacce quotidianamente per la mia attività politica a scuola”, racconta. Poi il 24 maggio 2016 ha subìto un’aggressione.

“Il coordinamento degli studenti del decimo municipio aveva organizzato una manifestazione contro la mafia e contro il fascismo, la giornata della cultura, a cui avevamo invitato tutte le scuole”, racconta Biondo. Durante l’evento il Blocco studentesco, la formazione giovanile del partito di estrema destra CasaPound, si è presentato e ha protestato perché non era stato invitato.

Una lunga lista
Il giorno successivo, Biondo è stato aggredito da un ragazzo di Blocco studentesco accompagnato da altri otto militanti all’uscita da un locale di Casal Palocco. “Sono uscito verso le otto dal bistrot Ciaocore dove stavo studiando con un mio amico”, racconta. “Nel parcheggio ho incontrato otto ragazzi di Blocco studentesco e abbiamo cominciato a discutere della giornata della cultura che si era svolta il giorno prima in piazza Anco Marzio in maniera abbastanza tranquilla”.

All’improvviso uno degli studenti di Blocco studentesco “ha chiesto se ero antifascista”. Quando Biondo ha detto di sì è arrivata la replica: “Allora sei un uomo di merda”, insieme a una testata sulla bocca. “Ho cominciato a vedere tanto sangue e piegato dal dolore non ho reagito”, racconta il ragazzo, mentre l’aggressore e gli altri sono scappati. Biondo è andato al pronto soccorso dove gli hanno dato sette giorni di prognosi. Se l’è cavata con un dente rotto che ha dovuto farsi ricostruire. Ha presentato un esposto alla polizia, ma continua a ricevere minacce e insulti.

 

(continua qui)


Also published on Medium.

38 Commenti

  1. Quello che preoccupa è che il blocco studentesco è spesso l’unica presenza politica che i nostri ragazzi conoscono nelle scuole. Dai racconti dei figli la sinistra, ma anche qualsiasi forma di antifascismo o di alternativa a questa marmaglia, è completamente assente, i ragazzi sono completamente in balia di questa gente, che spesso è esterna alle stesse scuole e finisce col pilotare occupazioni e atti di vandalismo. Non c’è apparentemente nessuna forma di partecipazione collettiva, tranne in qualche quartiere storicamente di sinistra, di alternativa a questa marmaglia. I ragazzi quindi crescono o manipolati dai fascisti, o totalmente disinteressati alla politica.

  2. Queste sono cose abbastanza note . È scandaloso solo il fatto che qualche emerito giornalista é andato a “confrontarsi” con questa gente in nome della.democrazia non facendo altro che “normalizzarli” .
    Eppure questi erano sul palco di Salvini e Meloni a Roma in Piazza del.Popolo. Spero solo che Ostia non sia data in mano ai fasci della Meloni che sono comunque sostenuti da brutti ambienti.

  3. Quello che mi indigna di più non sono le azioni dei fascisti ma il fatto che già da anni era chiaro che Ostia era in mano alla mafia ed agli esponenti dell’estrema destra. Da un paio d’anni il municipio era stato sciolto proprio per mafia ma nulla è stato fatto. C’è voluta la testata ad un giornalista per scatenare la pubblica indignazione mentre si sapeva già benissimo chi erano i responsabili di violenze, attentati e organizzazioni che si erano impadroniti della zona. Adesso temo che passato il clamore tutto torni come prima, magari con dei prestanome.

    1. Parli di estrema destra e di fascismo e il tipo che ha dato la testata al giornalista e’ uno zingaro. Ti rendi conto che la tua ricostruzione e’ totalmente campata per aria, vero? Sai di cosa stai parlando? Sei mai stato a Ostia o parli a vanvera?

    2. La testata è solo l’ultimo degli episodi e anche se di per se grave non supera gli altri episodi che ci sono stati negli ultimi dieci anni. La zona di Ostia dove sono le case popolari e dove si sono registrati gravi episodi di malversazione è feudo della destra, come si evince anche dalle ultime votazioni. Conosco Ostia e conosco molte persone che ci abitano. Ma le abita a ostia?

  4. I militanti di casa Pound come molte altre espressioni estreme di disagio sociale e frustrazione sono un grande pericolo per la comunità. Aggredire una qualsiasi persona,sia essa straniera,donna uomo o diverso politicamente va punito perché comportamento criminale.di disquisizioni politiche facciamole in separata sede. Qui si parla di aggressione deliberata e aggravata da motivi futili, perché che tu sia fascista o no,non è che ti passo sopra in macchina o ti meno fino alla morte.

  5. Bisogna smetterla di invitare certa gente a trasmissioni televisive legittimandoli come esponenti politici e fiancheggiatori. Sono delinquenti e nazifascisti, E non venga spacciato per diritto di cronaca, è lassismo, opportunismo, stupidità, asservimento.

  6. Ma non si era detto che la mafia non esiste? Fascismo, non va bene!Allora andiamo a coniare un’altra parola per definire questi soggetti che ,come strumento di convinzione , usano violenza, ricatto, strozinaggio, intimidazione, racket ecc, ecc , ecc. . .

  7. E basta co sto fascismo/antifascismo. Lo vuoi capire che e’ tutta una scusa per avere senso di appartenenza e per sfogare odio e frustrazione sugli avversari? E’ la trasposizione in politica del tifo da stadio. Biondi, come tutti quelli della sua generazione, e come tutti gli italiani nati dal dopoguerra in poi, non sa neanche cosa sia il fascismo, come puo’ essere antifascista? Stessa cosa, specularmente, per gli idioti di Casapound. Cosa credi che sappiamo del fascismo? Chiunque abbia un minimo di capacita’ analitica, e non abbia secondi fini di propaganda (da una parte e dall’altra) capisce benissimo che nel 2017 fascismo/antifascismo ha lo stesso valore di Inter/MIlan , Guelfi/Ghibellini, mods/rockers.

    1. E cosa ne sapete? Sono proprio curioso! Forse che non sapete che l’ 80% dei dirigenti degli apparati statali sono sopravvissuti dopo la caduta del regime. Stesse persone, stessi ministeri, stessi ruoli. Lo sapete, oppure pensate che caduto il regime sia stato tutto purificato? Guardate che l’ignoranza non ha colore politico ;)

    2. A me fa ridere la capacita’ analitica di chi pensa che ci sia una dicotomia bene/male, cattivi/buoni, fascisti/antifascisti. Mi piacerebbe vedere queste persone che “si indignano” portate indietro nel tempo di una ottantina di anni e vedere come la penserebbero. Facile intuire che molti di questi avrebbero tollerato il regime senza tanto lamentarsi, come il 90% degli italiani hanno fatto per 20 anni.

    3. Ah ecco, lo sai solo tu invece, parlare di persone che non si conoscono in questo modo è qualunquismo, e giudicare uno che non si conosce e che si proclama antifascista, per quanto giovane, è un atteggiamento di chiara matrice inquisitoria, dunque fascista.

    4. Non bisogna aver vissuto il fascismo per essere anti-fascista, basta studiare la storia, o bisogna forse aver vissuto la schiavitù per essere contrario, aver vissuto un guerra per apprezzare la pace, cadere da un’impalcatura per apprezzare le misure di sicurezza, aver vissuto la fame per apprezzare ciò che si mangia? Più che altro quelli che, come Casapound e Forza Nuova, ancora oggi è nonostante le evidenze storiche, si proclamano fascisti, i revisionisti nostalgici che cercano di mistificare il fascismo non sanno di che cosa si parla, ed è per loro che è necessario l’anti-fascismo

    5. “Il fascismo è cattivo” non è uno slogan, il fascismo, regime totalitario, ha condotto l’Italia in una guerra folle, sanguinaria e devastante, ha perseguitato, torturato e ucciso per motivi razziali e politici, ha promosso teorie deliranti di supremazia della razza e eugenetica, ti servono altri argomenti?

    6. Katrin Gross cosa centra che il fascismo ha fatto quelle cose terribili? Il partito fascista non esiste piu’ da 70 anni. Ci sono forse, si e no, l’1% di nostalgici in Italia. Di cosa stiamo parlando nel 2017? Te lo ripeto, perche’ mi sembra che tu non voglia capire quello che sto dicendo. Te lo scrivo in maiuscolo: IL FASCISMO NEL 2017 NON ESISTE SE NON NELLA TESTA DI CHI HA INTERESSE, DA UNA PARTE POLITICA O DALL’ALTRA, A CREARE CONFUSIONE E TENSIONE. Anzi, se vogliamo fare riferimenti storici, il partito che piu’ somiglia al partito fascista in questo periodo come pratiche politiche e’ il PD (vedi fiducia su legge elettorale).

Rispondi