No, le donne non si dividono tra le morte e quelle che denunciano


Questa volta il famoso social manager di Taffo prende una cantonata: dividere le donne tra morte e denuncianti non rispetta assolutamente la realtà. I dati ci dicono che denunciare non garantisce protezione e soprattutto che denunciare in un Paese che ritiene quasi “normali” le violenze domestiche è un’impresa difficile.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.