Torna la paura nelle Rsa in Lombardia, l’allarme dalle strutture: “C’è reticenza a fare i tamponi”


Torna la paura nelle Rsa (Residenze sanitarie assistenziali) in Lombardia, colpite in maniera durissima dalla pandemia la scorsa primavera. Con l’incremento dei casi aumentano anche i focolai nelle case di riposo: “Abbiamo tutti i protocolli – dice a Fanpage.it Paola Cattin, direttrice della Rsa di Paderno Dugnano – ma i lavoratori vanno in giro, abbiamo una vita, abbiamo una famiglia, per cui basta abbassare la guardia e ricaderci dentro”. La direttrice poi solleva il problema: “Contesto questa reticenza a fare i tamponi”. E il Pd regionale presenta un piano: “Servono 5000 tamponi al giorno”.
Continua a leggere

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.