33 anni fa, Giorgio Ambrosoli

33 anni fa moriva Giorgio Ambrosoli. 33 anni fa Milano era già Milano come non si vuole ancora oggi immaginare. La politica, mafia, finanza e Vaticano si esibivano in ammucchiate oscene. 33 anni fa avevo 2 anni e Giorgio Ambrosoli scriveva a sua moglie la sua lettera che è un testamento, un invito alla lealtà,…Continua la lettura di 33 anni fa, Giorgio Ambrosoli

Non volevano Ambrosoli nelle stanze del Pirellone

Ricordate? In Regione Lombardia si era riusciti a ricordare la storia dell’avvocato Giorgio Ambrosoli ucciso per mano mafiosa (si badi bene, a Milano) senza invitare il figlio Umberto. Qualcuno qui dentro aveva ritenuto inopportune le sue opinioni sull’indagine a carico dell’ex presidente del Consiglio Regionale Davide Boni. Avevano ricordato la schiena dritta del padre rifiutando…Continua la lettura di Non volevano Ambrosoli nelle stanze del Pirellone

La Regione ricorda Ambrosoli (ma senza figlio)

Il padre – ucciso dagli uomini di Sindona – ci sarà (seppur solo in video). Il figlio – che sulla legalità sta facendo una battaglia – invece no. La giornata regionale dell’impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime (la cui cerimonia è stata istituita con la Legge regionale del 14 febbraio dell’anno scorso,…Continua la lettura di La Regione ricorda Ambrosoli (ma senza figlio)

Un funerale a forma di buco. A Milano.

Gianni riflette sulle presenze (e soprattutto sulle assenze) al funerale di Don Verzé. Scrivevamo in A 100 passi dal Duomo: “per ogni città un funerale che rimbomba per le assenze è un buco. Un buco che non riesci a guarirlo nemmeno a leccarlo per tutto gli anni dopo: un funerale a forma di buco”.

Cavalli sulle dichiarazioni del Senatore: con le sue dichiarazioni Andreotti si scopre per quello che è

COMUNICATO STAMPA SULLE DICHIARAZIONI DI GIULIO ANDREOTTI Cavalli: “Con le sue dichiarazioni Andreotti si scopre per quello che è” “L’età porta il senatore Giulio Andreotti ad abbassare la guardia e a riuscire a mostrarsi in tutta la sua becera visione di uno Stato costruito sull’omertà, sulle amicizie mafiose e sul silenzio compiacente di fiancheggiatori”. “Le…Continua la lettura di Cavalli sulle dichiarazioni del Senatore: con le sue dichiarazioni Andreotti si scopre per quello che è

MM2 intervista Giulio Cavalli

Articolo di Emanuela Meucci N°4 27 Gennaio 2010 «La mia Milano è quella di Giorgio Ambrosoli, assassinato per aver liquidato la Banca Privata Italiana di Michele Sindona, di Emilio Alessandrini e Guido Galli, giudici uccisi dai terroristi di Prima Linea». A parlare è Giulio Cavalli, 32 anni, attore, regista e direttore del teatro Nebiolo di…Continua la lettura di MM2 intervista Giulio Cavalli