Ndrangheta, i tre boss uccisi e il clan di Cirò

Il solito bravissimo Cesare Giuzzi sul Corriere Il tradimento arriva da chi decide di rompere la più importante regola della ‘ndrangheta: il rispetto per la famiglia. Il pentito si chiama Francesco Farao, 38 anni, figlio del boss ergastolano Giuseppe, capo della cosca. Il pentito racconta ai magistrati la regola che da trent’anni sancisce gli equilibri […]

La gentilezza in valigia

Sono passato da Roma. Mi si è avvicinato un uomo. Uno di quelli che spicca per la coordinazione dei colori. Era un uomo giallo. Giallo il papillon, gialla la banda sul cappello, gialla la valigia, giallo il fazzoletto che sbucava dalla giacca. Gli uomini coordinati profumano di cure, hanno sempre il sapore di quelli che […]

“Carnaio”, la recensione di bonculture.it

(fonte) La parola carnaio deriva dal termine latino carnarium, deposito di carni macellate. In italiano, poi, ha preso l’accezione di cumulo di cadaveri. Così con questo titolo si presenta al pubblico il nuovo libro di Giulio Cavalli, Carnaio (Fandango, pp. 218, 17 €), che è quasi uno schiaffo, il primo di una lunga serie, che il lettore riceve […]

Lo Sbuffo recensisce Carnaio

(fonte) DF è il centro del modo che scivola verso l’orrore. Una mattina apparentemente come tante altre, un pescatore – Giovanni Ventimiglia – di ritorno dalla pesca mattutina trova un cadavere tra gli scogli. Dopo alcuni giorni ne viene ritrovato un altro, sulla spiaggia. E poi ancora, sempre di più, corpi morti che arrivano dal mare […]

Il Salò del Libro

“L’antifascismo è il vero male del Paese”. L’ha detto all’Ansa Francesco Polacchi, capo di Altaforte, la casa editrice che tanto caos sta combinando sul Salone del libro di Torino. L’ha dichiarato così, come virgolettato. E subito mi viene da chiedere che tipo di interlocuzione pensano di avere coloro che continuano a dirmi «bisogna andare e […]

Calvino e il 25 aprile

Se c’è uno scrittore che più di tutti è spaventosamente contemporaneo nella narrazione della Resistenza (contemporaneo perché risponde anche ai fascisti di oggi, lo so, sembra incredibile) è Italo Calvino. Per questo i fascisti temono i libri come l’aglio. Perchè basta leggerli per ritrovarci dentro già tutto. Ad esempio i nuovi sovranisti dicono che i […]

@labocchio_libri su Carnaio: «crudo, maleducato e terribilmente attuale»

@Chiara_sui_libri recensisce Carnaio

«Un libro difficile ma necessario, specchio dei tempi carichi di odio e intolleranza che stiamo vivendo.»: Sogni di Carte inserisce Carnaio tra i migliori libri del 2018

A metà tra il romanzo distopico e di denuncia, un racconto corale che porta a riflettere su come l’animo umano possa arrivare a toccare il fondo.Un libro difficile ma necessario, specchio dei tempi carichi di odio e intolleranza che stiamo vivendo. (fonte)

«La perdita di umanità in Carnaio come in 1984»: InchiostrOnline recensisce Carnaio

Di Titti Pentangelo, fonte «In Carnaio c’è la stessa perdita di umanità di 1984». Così Giulio Cavalli, attore teatrale, giornalista e scrittore, evidenzia il filo comune che unisce i due testi letterari. Da un lato il distopico per eccellenza, 1984 di George Orwell che proprio quest’anno compie 70 anni dalla pubblicazione, e dall’altro il suo ultimo libro edito Fandango, Carnaio. Entrambi […]