“L’atrocità dei nostri tempi, direttamente dal mare” Riforma.it recensisce #Carnaio

(fonte) È della settimana scorsa la notizia dell’aggressione avvenuta a Cosenza da parte di un uomo italiano di 22 anni che ha colpito con un calcio all’addome un bambino di tre anni, nato in Italia da genitori di marocchini. La motivazione del gesto risulta futile quanto agghiacciante.Il bambino, recatosi dal medico insieme alla madre e…Continua la lettura di “L’atrocità dei nostri tempi, direttamente dal mare” Riforma.it recensisce #Carnaio

‘Collezione di storie” recensisce Carnaio

(fonte) Non leggo di proposito i titoli candidati ai premi letterari: non compilo liste con i finalisti e non mi propongo di leggerli prima della premiazione. È innegabile tuttavia che alcune trame risultino particolarmente attraenti, e che tali libri si rivelino poi ottime letture: è stato per me il caso di “Resto qui” di Balzano, finalista al Premio…Continua la lettura di ‘Collezione di storie” recensisce Carnaio

I conti dimezzati

Cerchiamo di capirci: un taglio alla spesa pubblica, soprattutto se intacca alcuni insopportabili privilegi del corpo parlamentare, sarebbe un segnale di morigeratezza al passo con questi tempi di difficoltà economiche e di crisi del lavoro. Su questo possiamo essere d’accordo. Ma la bava alla bocca anti-casta che in questi anni ha addirittura dipinto realtà inesistenti…Continua la lettura di I conti dimezzati

Nel “Carnaio” di Giulio Cavalli la paura nei confronti dell’altro diventa profitto

Lo scrittore racconta il dramma dell’emigrazione e di come viene percepita da una società incapace di fare fronte al fenomeno  (Lilia Ambrosi 25 Agosto 2019, Il Piccolo, fonte) l’intervista Il primo cadavere arriva nel porto di DF in marzo e si può ancora fare finta di niente, ma quando nel pomeriggio del 4 aprile arriva un’onda…Continua la lettura di Nel “Carnaio” di Giulio Cavalli la paura nei confronti dell’altro diventa profitto

Cronache semiserie

Non si sa più nemmeno dove iniziare preparando un editoriale del giorno che è stato. Ogni giorno a pensare che non possa andare peggio di così e invece si comincia a scavare, andando a fondo, nel senso di affondando, in un Paese che riesce ad attorcigliarsi su se stesso fingendo di essere credibile. Un paio…Continua la lettura di Cronache semiserie

Libri al rogo. Ancora

Se vi serve qualche nuova immagine per raccontare l’aria mefitica che si annusa in giro potete raccontare che l’indicibile continua a accadere senza che in troppi se ne accorgano, come se fosse una cosa da niente, tutto normale. Abbiamo passato decenni a fingere contrizione per i roghi di libri organizzati nel 1933 dai tedeschi che…Continua la lettura di Libri al rogo. Ancora

Il senso di Salvini per la Polizia

L’ultimo è il giretto in moto d’acqua. Una scena degna di un cinepanettone dove il potente di turno è circondato da istituzioni che si fanno camerieri. I poliziotti trasformati in animatori del baby club nella spiaggia del Papeete Beach a disposizione del figlio del ministro dell’interno sono solo l’ultimo indizio della considerazione che il ministro…Continua la lettura di Il senso di Salvini per la Polizia

Libri a vapore recensisce Carnaio

(fonte) La vita da pendolare comporta tanto sonno e poche gioie. Una di queste è la lettura: in treno, in autobus, alla fermata, in stazione. Ogni settimana Giulia, redattrice culturale di Atlas – il blog, racconta le letture che la accompagnano, dal lunedì al venerdì, su un treno qualunque della linea del Brennero, andata e ritorno. …Continua la lettura di Libri a vapore recensisce Carnaio

Libri al rogo. Ancora.

E chissà se abbiamo gli anticorpi per sapere leggere un fatto del genere. https://media.blubrry.com/giuliocavalli/p/www.giuliocavalli.net/wp-content/uploads/2019/08/TEMPLATE-4.mp3Podcast: Esegui in una Nuova Finestra | Scarica | IncorporaRegistrati: Apple Podcasts | Android | Email | Google Podcasts | RSS | More

«Un bellissimo romanzo, drammatico, forte, scioccante, un pugno nello stomaco che tiene incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina»: ‘Leggere e Rileggere’ recensisce Carnaio

(fonte) (credits fotografici: Giorgia Negrini @leggere_e_rileggere) Un bellissimo romanzo, drammatico, forte, scioccante, un pugno nello stomaco che tiene incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina Carnaio di Giulio Cavalli edito da Fandango. La copertina semplice, con una barca ed il mare, non fanno capire cosa racchiude questo libro: la tragedia del paese di DF e dei suoi cittadini, per…Continua la lettura di «Un bellissimo romanzo, drammatico, forte, scioccante, un pugno nello stomaco che tiene incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina»: ‘Leggere e Rileggere’ recensisce Carnaio