La dignità è Possibile

Mi spiace molto leggere in rete tutta questa sperticata ironia sulle dimissioni che Civati oggi ha rassegnato durante gli Stati Generali di Possibile. Mi spiace anche vedere la comunità di Possibile (perché sì, è un partito, una comunità, un luogo di talenti e intelligenze e di rapporti umani oltre che politici e ha i “pochi”…Continua la lettura di La dignità è Possibile

Sinistra, ultima chiamata. Vediamoci al Camp, ché l’unità si pratica, non si dice.

Si sa, a me questa cosa dell’unità a sinistra mi sta a cuore. Ne ho scritto giusto qualche giorno fa per Linkiesta (qui) dopo la manifestazione di piazza di Santi Apostoli ed è l’augurio che mi sono portato in tasca dopo il Brancaccio. Sono convinto, davvero, che non ci sarebbe nulla di più stupido che…Continua la lettura di Sinistra, ultima chiamata. Vediamoci al Camp, ché l’unità si pratica, non si dice.

Il caso Pell e la soluzione politica

Perché la politica è più semplice di quello che si crede. Cardinali inclusi. E il mio applauso del giorno va a Andrea Maestri e Pippo Civati. Fa bene avere amici (e compagni) così. Ecco l’agenzia di stampa: “L’incriminazione del cardinale Pell, nominato da Bergoglio prefetto degli Affari economici del Vaticano e quindi figura di spicco…Continua la lettura di Il caso Pell e la soluzione politica

Un 2×1000 Possibile

Si scrive S36 e non è la sigla di una strada e nemmeno una casella da battaglia navale: è il codice per sostenere Possibile nella vostra dichiarazione dei redditi. Sono, per essere chiari, le risorse con cui abbiamo messo in campo il Tour RiCostituente che ci ha portato a infilarci in ogni angolo d’Italia per…Continua la lettura di Un 2×1000 Possibile

Due anni dopo. Quando Pippo mi disse che sarebbe uscito dal PD.

(scritto per i quaderni di Possibile qui) Io me lo ricordo bene, il 6 maggio del 2015, quando Pippo (Civati) di mattina presto è arrivato in redazione per dirmi che sarebbe uscito dal PD. E per me non è un ricordo solo politico ma, in fondo, era anche il cerchio che si chiudeva dopo tutti…Continua la lettura di Due anni dopo. Quando Pippo mi disse che sarebbe uscito dal PD.

Dove sono a fare cosa

Oggi, se volete, ci si vede a Roma per parlare dell’unica scissione che ci preoccupa davvero: quella del lavoro dalla dignità. Nella locandina tutte le info: Domenica invece sarò a Cavriago (Reggio Emilia) con l’amico Gian Carlo Caselli, Elia Minari di Cortocircuito e il bravo Pierluigi Senatore. Ecco qui:  

Per fare chiarezza su cosa succede a sinistra.

Una delle fortune del mio lavoro (anzi, di uno dei miei lavori) è di sciogliere i dubbi direttamente. Negli ultimi giorni per Fanpage ho intervistato le due anime di Sinistra Italiana (Nicola Fratoianni e Arturo Scotto) e Pippo Civati e ne è uscito un quadro generale che, condivisibile o meno, può risultare utile per orientarsi…Continua la lettura di Per fare chiarezza su cosa succede a sinistra.

Caro Laterza, la cultura qui da noi è un chiodo fisso

(scritto per i Quaderni di Possibile qui) Oggi Giuseppe Laterza, presidente della storica casa editrice fondata da suo padre Vito, in un’intervista a Il Fatto Quotidiano lamenta che “ci sono 5000 cellulari in perenne contatto tra loro per gestire un potere sempre più distante e arrecato” lamentando l’assenza di una politica che sappia “definire i propri valori…Continua la lettura di Caro Laterza, la cultura qui da noi è un chiodo fisso

Non si muore di freddo. Si muore di povertà.

Ci pensavo già da ieri ma quello anche avrei voluto scrivere l’ha detto meglio di me Leonardo Palmisano: «Il freddo? No, la povertà. La povertà di diritti, di case, di lavoro, di calore umano e istituzionale. Viviamo in un Paese che concentra la ricchezza nelle mani di pochissimi strati parassitari della popolazione, che non agisce efficacemente nel…Continua la lettura di Non si muore di freddo. Si muore di povertà.

Organizzare l’eresia, tesserandosi

(Scritto per i Quaderni di Possibile qui) Ma perché bisognerebbe iscriversi a un partito politico nei primi giorni di un anno in cui potrebbe accadere di tutto? Ma perché bisognerebbe dare credito ai partiti, alla politica, in un tempo in cui la politica (e i partiti) dovrebbero essere ai minimi storici? E perché non ci…Continua la lettura di Organizzare l’eresia, tesserandosi