Con la crisi di governo Salvini ci distrae dalle nuove importanti rivelazioni sui soldi russi alla Lega

Il mio editoriale per TPI.it

La sanità pubblica è in crisi, 65 giorni d’attesa per una visita oncologica: italiani “costretti” a curarsi sempre più dai privati

Il mio pezzo per TPI.it

Le piccole patrie non sono la soluzione alla crisi, ma solo gli altari dei piccoli politici


Perché le piccole patrie sono solo un giochetto per piccoli politici e perché, anche loro, sono solo mezzi d’innesco della paura.
Continua a leggere

Le botte, i fatti, senza interpretazioni

  La domanda di Arianna è la nostra domanda.

Il gioco grande e osceno della mafia

di Roberto Scarpinato* In quanto Procuratore Generale mi occupo delle misure di sicurezza nei confronti dei magistrati nelle tre province di Palermo, Trapani e Agrigento. Questa parte della mia attività è divenuta sempre più impegnativa perché in questi ultimi mesi si sta registrando una straordinaria escalation di minacce, di intimidazioni che credo non abbia precedenti…Continua la lettura di Il gioco grande e osceno della mafia

Se ne usciremo migliori

Questo è il ‘noi siamo qui’, oggi: gente impoverita e disillusa, rabbiosa e confusa, incattivita e in guerra contro qualcosa di nebbioso a cui cerca disperatamente di dare un volto: la politica, le tasse, l’Europa, la finanza, la Merkel, le auto blu. E altro, a piacere: gli immigrati, gli zingari, perfino gli ebrei – come…Continua la lettura di Se ne usciremo migliori

Ma sul serio glielo lasciamo fare?

Vale la pena stamattina leggere il post di Leonardo che, con coraggio, parte dalla vecchia proposta di Asor Rosa di ripristinare con la forza la democrazia e rilancia: Tutto quello che è successo, un istante dopo che è successo, ci è parso inevitabile; e adesso con chi dovremmo prendercela? Con Berlusconi? Ma Berlusconi non poteva…Continua la lettura di Ma sul serio glielo lasciamo fare?

Irritualità

Il titolista coraggioso

Che dice le cose come stanno:   Lo segnala Luca.

La dignità dentro una lacrima, dietro al violino

Annichiliscono tutto il resto le lacrime della violinista durante l’ultimo concerto dell’orchestra sinfonica della televisione pubblica greca che chiude travolta dalla crisi. Dentro quelle lacrime c’è la sconfitta di una nazione che chiude il servizio pubblico (anzi, soprattutto: l’informazione pubblica) come scalpo di una crisi che è stata masticata dalla finanza europea, rigurgitata dagli economisti…Continua la lettura di La dignità dentro una lacrima, dietro al violino