Nel merito. Ecco come con la nuova riforma si elegge un Presidente della Repubblica di parte.

(Leonardo come molti altri sta facendo un ottimo lavoro e sul suo blog per smontare le bugie del sì e gliene va dato merito. Purtroppo tra le storture di questa campagna (ma forse di quasi tutte) c’è anche l’immane quantità di energie usate per rispondere alle bufale e quella sulla garanzia di un Presidente della…Continua la lettura di Nel merito. Ecco come con la nuova riforma si elegge un Presidente della Repubblica di parte.

Il Capodanno del condannato a morte

Un gran pezzo di Saverio Lodato (e intanto potete continuare a firmare qui): Non sappiamo come passerà la notte di Capodanno un condannato a morte, a data da destinarsi, a causa del suo lavoro che non viene gradito, che addirittura risulta insopportabile, che viene considerato un intralcio per i manovratori grandi e piccoli di questo…Continua la lettura di Il Capodanno del condannato a morte

Lei non può

Oggi il Corriere della Sera ospita, a pagina 13, una durissima lettera di Fausto Bertinotti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Una missiva nella quale l’ex presidente della Camera accusa il Capo dello Stato di congelare la democrazia con il suo appoggio esplicito all’attuale esecutivo. Una lettera scandita da una serie di perentori “Lei non…Continua la lettura di Lei non può

Io voglio essere ripetitivo

Non è un errore di battitura. Proprio voglio essere ripetitivo e chiedermi perché non convergere ora su Rodotà, Prodi ha funzionato molto meno di come avrebbe potuto funzionare, portare Prodi al quinto scrutinio sarebbe incomprensibile e scadere in D’Alema o dalemini sarebbe la fine del centrosinistra. Si voti Rodotà, su, poi si dice “scusate abbiamo…Continua la lettura di Io voglio essere ripetitivo

Prodi

Ora dicono Prodi. Ma l’applauso di cui si dice è l’applauso liberatorio di una riparazione dopo il disastro: non scambiamo il sollievo per giubilo, per favore. Rimane addosso la brutta sensazione che si prova quando la curiosità legittima non viene soddisfatta: qualcuno che chiaramente ci dica perché no a Rodotà. Senza problemi, senza alambicchi: se è…Continua la lettura di Prodi

Mi auguro

Che gli amici democratici del PD (in tutte le sue innumerevoli correnti) non lancino Prodi solo per non “dare la soddisfazione” di convergere su Rodotà temendo di perdere la faccia. La sensazione è che oggi “Rodotà” significhi per qualcuno dei dirigenti del PD “cedere alla piazza” senza sapere che “cedere alla piazza” è la più…Continua la lettura di Mi auguro

Un’ultima cosa prima del voto

Se il PD vota Marini la coalizione PD-SEL “Italia bene comune” è defunta, eh. Ovvio, vero? Perché non si affonda per solidarietà politica nelle scelte ingiustificabili. Mai.

Nemmeno captare gli umori della propria gente

Stefano Rodotà

Mentre si continua a parlare di “quirinarie” e presidenti (e D’Alema continua a d’alemare come quando portavo le brachette corte), provavo a pensare in questi giorni di cosa avrebbe bisogno questa nostra Repubblica, di quali competenze. Rimane l’irrisolto problema del conflitto d’interessi e dell’informazione (alla fine, il Parlamento, anche questa volta, si incaglia, stai a…Continua la lettura di Stefano Rodotà

Un impegno preciso: chiudere gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari

Un impegno che abbiamo sostenuto e ora vogliamo realizzare, in un’altra Lombardia: Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo messaggio di fine anno 2012 ha definito gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) ” autentico orrore indegno di un Paese appena civile”.  A poche settimane dal termine per la chiusura degli OPG, prevista dall’art. 3 ter…Continua la lettura di Un impegno preciso: chiudere gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari