IlLibraio su Carnaio

(fonte articolo) Giulio Cavalli torna in libreria con Carnaio (Fandango), un romanzo di grande attualità. Il protagonista, Giovanni Ventimiglia, è un pescatore, e da tutta la vita raccoglie nelle sue reti acciughe e granchi, anche se negli ultimi anni il mare è diventato avaro e sulla sua piccola nave non ha più un equipaggio. Il pesce lo vende […]

ArtAPartOfCulture su #Carnaio

(fonte articolo) C’erano in programma nell’ultimo giorno “La trattativa Stato-Mafia con MarcoTravaglio e Marco Lillo o la Tavola rotonda sull’Africa con vari autori stranieri, Saggi su Israele con, fra gli altri, Pierluigi Allotti, Alberto Cavaglion, Arturo Marzano e Alessandra Tarquini od anche Anatomia spassosa e crudele del mondo di internet dell’americano di San Francisco (patria di Facebook) Jarret Kobek, che la cosa la conosce fin dalle origini. Ma le scelte, quando il menù è troppo […]

Un po’ di ordine. Dove leggermi e dove trovarmi.

Me lo chiedete, mi scrivete e in fondo vi capisco: tra social, canali, blog, podcast e tutto il resto alla fine si rischia di diventare pulviscolo. Allora vale la pena velocemente provare a ricapitolare tutti i diversi modi, anche perché mi seguite sempre con cuore, coscienza e attenzione. Anzi, a proposito, grazie. Dal lunedì al […]

«Distopia o presente?»: Pietro Bertino recensisce Carnaio

(fonte articolo originale) Faccio fatica a inserire questo splendido romanzo di Giulio Cavalli, duro come sono dure le verità nascoste, sgradevole come la paura, necessario come un cielo azzurro, nel genere distopico. Troppo greve è la realtà di questi giorni, troppo gravida di orrori antichi e nuovi, troppo satura di violenza che aspetta solo di […]

«Ho scritto un libro feroce ma sono ottimista: i razzisti di natura sono pochissimi»

(fonte articolo) Carnaio di Giulio Cavalli, appena uscito per Fandango, è un libro duro, durissimo che accompagna il lettore passo dopo passo vero un inferno da cui non sembra esserci via d’uscita. Nella cittadina di DF cominciano ad arrivare cadaveri dal mare. Prima uno, poi due, poi qualche decina e infine ondate sempre più frequenti. Di […]