Milano, 25 aprile tra polemiche: Cari Cinquestelle, l’antifascismo si pratica, non si celebra

A Milano, per la manifestazione del 25 aprile in Duomo, il Movimento 5 Stelle lamenta che non sia stato invitato nessun esponente del governo. Dall’Anpi fanno sapere di non avere mai invitato nessuno né di destra né di sinistra, ma forse varrebbe la pena far rispettare l’antifascismo tutti i giorni piuttosto che preoccuparsi delle celebrazioni. […]

Mentre litigate su un uovo si spara ai neri per strada. E vogliono cancellare l’antifascismo


Mentre il ministro dell’inferno Salvini continua a trastullarsi con l’uovo di Daisy (e il figlio di un esponente del PD e gli eventuali precedenti penali del padre di Daisy e il suo precedente penale per “lancio di uova” che trasforma tutto il dibattito in un minestrone tragicomico) sembra impossibile sapere da lui e dagli esponenti del governo se davvero ritengono normale gli altri episodi avvenuti in questi giorni. Sembra impossibile sapere se non ritengano utile pronunciare qualche parola di condanna per gesti che (a differenza dell’uovo sull’occhio di Daisy) risulterebbe piuttosto difficile definire goliardate. Sarebbe utile sapere dal ministro Di Maio (in qualità di capo politico del Movimento 5 Stelle) se davvero sia convinto che l’antirazzismo sia un’arma usata contro il governo. Sarebbe importante ascoltare dalla vivida voce dello sbiadito premier Conte se sono montature tutti i 30 episodi, se ritiene che sia tutto normale.
Continua a leggere

«Essere antifascisti è impedire ai neofascisti di manifestare»: cosa disse Sandro Pertini a Genova nel 1960

«Gente del popolo, partigiani e lavoratori, genovesi di tutte le classi sociali. Le autorità romane sono particolarmente interessate e impegnate a trovare coloro che esse ritengono i sobillatori, gli iniziatori, i capi di queste manifestazioni di antifascismo. Ma non fa bisogno che quelle autorità si affannino molto: ve lo dirò io, signori, chi sono i […]

Sul PD, la Liberazione, il blu e la sinistra. Una mia intervista.

Rilasciata ieri ai microfoni degli amici di Radio Onda d’Urto. Eccola qui:

Noi siamo Puffi blu, puffiamo su per giù, due mele e poco più

C’era una volta la bandiera rossa. Ieri il colore dell’imbarazzo è stato il blu: al grido #tuttoblue hanno sfilato alcuni degli iscritti del Partito Democratico nelle piazze italiane. Una manifestazione che, dicono loro, sarebbe servita per rimettere al centro l’Europa dagli attacchi dei nazionalismi

Il Comune di Milano omaggia i repubblichini di Salò

Bene. Avanti così. “Nella giornata di ieri, Primo novembre, il Comune di Milano con atto formale ha deposto una corona di fiori al Campo 10 del Cimitero Maggiore collocata a fianco delle insegne della Rsi. Per gli smemorati, al Campo 10, dove nel corso degli anni successivi alla guerra sono stati riuniti i resti di […]

Il 25 aprile? «Manifestazione non autorizzata»

Notizie da un Paese con la memoria corta: «Ieri pomeriggio, in occasione della Festa della Liberazione, alcuni “movimenti antagonisti” hanno organizzato una manifestazione “non autorizzata” nel centro storico di Potenza: al termine, la Digos ha individuato e denunciato l’organizzatore. In un comunicato della Questura è sottolineato che la manifestazione “non era stata preannunciata all’Autorità di […]

Sabato a Reggio Emilia per i 70 anni dell’Anpi

Per chi vuole ci si vede a Reggio Emilia. Tutte le informazioni sono qui. 

Perché non rimangano solo i buchi

In tempi di fascismo strisciante e razzismo edulcorato il 25 aprile non è solo memoria, è un comandamento.

Vittoria contro noi stessi: aver ritrovato dentro noi stessi la dignità dell’uomo.

di Pietro Calamandrei [..] Ma fino da allora cominciò la Resistenza: contro l’oppressione fascista che voleva ridurre l’uomo a cosa, l’antifascismo significò la Resistenza della persona umana che si rifiutava di diventare cosa e voleva restare persona: e voleva che tutti gli uomini restassero persone: e sentiva che bastava offendere in un uomo questa dignità della […]