Caro Don Verzè ti scrivo

Le lettere tra Formigoni e Don Verzè sono piene di informazioni utili a capire una rete di relazioni. “Caro Roberto – scrive Don Luigi – come ti affermai anche quest’anno chiudiamo con un passivo di 35 miliardi (di lire) non costringermi a provvedimenti traumatici le cui conseguenze lascio alla tua immaginazione”. La risposta di Formigoni…Continua la lettura di Caro Don Verzè ti scrivo

Un funerale a forma di buco. A Milano.

Gianni riflette sulle presenze (e soprattutto sulle assenze) al funerale di Don Verzé. Scrivevamo in A 100 passi dal Duomo: “per ogni città un funerale che rimbomba per le assenze è un buco. Un buco che non riesci a guarirlo nemmeno a leccarlo per tutto gli anni dopo: un funerale a forma di buco”.

San Raffaele: è pronta la commissione d’inchiesta

Continuando ad insistere e poi insistere alla fine le cose succedono. Soprattutto se si riesce a stare insieme (per quanto sia confuso il quadro politico regionale). La commissione d’inchiesta sulle vicende del San Raffaele ha terminato l’iter per esistere ufficialmente. Ora verrano decisi i membri e si inizia a lavorare.

Quella sporchissima enclave: il San Raffaele

La mattina del 18 luglio, Mario Cal, il manager della sanità privata più potente d’Italia, entra nel suo ufficio e si spara. Cal non è un manager qualunque, è il fidatissimo braccio destro di Don Luigi Verzè, il fondatore del San Raffaele, l’impero della sanità convenzionata, sepolto da un miliardo e mezzo di debiti. Il…Continua la lettura di Quella sporchissima enclave: il San Raffaele

Formigoni amico del San Raffaele (a sua insaputa)

Comunione e liberazione, l’ex assessore Antonio Simone, Roberto Formigoni in persona: questo è il mondo di rapporti in cui si muovevano i vertici del San Raffaele, che proprio dalla Regione presieduta da Formigoni ricevevano i finanziamenti per l’attività sanitaria. Questi poi servivano a pagare i fornitori. Tutte le cose che Formigoni si ostina a non spiegare le…Continua la lettura di Formigoni amico del San Raffaele (a sua insaputa)

Ma dai

Ombre sul maxi buco dell’Istituto milanese. Il Corriere della Sera parla di undici milioni di euro inghiottiti da una società a un’altra e rivela le operazioni sospette di don Luigi Verzé, il fondatore dell’ospedale milanese, e Mario Cal, il vice suicida. Spuntano tangenti ai politici in cambio di favori e di una diffusa prassi a gonfiare le…Continua la lettura di Ma dai

Don Verzè, si spari

“Alla fine mi dissero: non si faccia intimorire dal cardinale Montini. Deve solo temere che la sua opera faccia fallimento”. Io dissi: “E se fallisco?” Uno dei due mi disse: “Se fallisce, un giorno prima si butti dalla finestra del quarto piano”.” E l’altro? “L’altro disse: “Meglio che si compri subito una pistola e prima di…Continua la lettura di Don Verzè, si spari